Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Anime Revival puntata numero 1: Ladri -parte 1-

[custom_frame_center]fantasie di zucchero sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica anime e dorama[/custom_frame_center]

Buon pomeriggio cuplovers!
In questi giorni di pioggia mi sentivo un po’ nostalgica così ho deciso di inaugurare una piccola rubrica che cercherò di aggiornare una volta al mese.

Questo piccolo spazio sarà dedicato agli anime della nostra infanzia, quelli che guardavamo da bambini e che tutti, almeno una volta, abbiamo visto in tv. Quindi, largo all’effetto nostalgia, oggi parliamo di ladri!

Se vi dico ladri+anime quali nomi vi vengono in mente?
Ovviamente parlo delle due bande di ladri più famose di sempre: Cat’s Eye (Occhi di Gatto) e Occhi di gatto-le tazzine di yokoLupin III. Nella seconda parte dell’articolo rivangheremo altri due anime a tema ma per oggi concentriamoci su di loro.
Cat’s Eye presenta un singolare gruppo di affascinanti ladre a caccia di opere d’arte. A differenze di altre bande di ladri, le tre sorelle Kisugi (Hitomi, Rui e Ai) sono spinte da motivi personali e validissimi. Il loro padre, Michael Heinz, famoso pittore degli anni 40’ è sparito nel nulla e tutte le sue opere sono state rubate dai nazisti, mi sembra più che logico che le tre sorelle vogliano rientrare in possesso dell’unico ricordo che rimane loro del padre. Le tre ragazze possono contare sull’aiuto inconsapevole dell’affascinante (ma non troppo sveglio) Toshio. Il ragazzo è uno dei poliziotti che danno la caccia a Cat’s Eye ed è anche il fidanzato di Hitomi. Il poveretto non sospetta minimamente che la sua ragazza sia una delle ladre, Hitomi, quindi… sfrutta l’ingenuità di Toshio per avere informazioni preziose sulle opere d’arte e sulle mosse della polizia. Quanti di voi hanno fatto il tifo per la loro storia d’amore?
La banda Cats’Eye grazie ad astuzia, agilità, fortuna e abilità riesce sempre a portare a termine i vari furti. Non manca la bella storia d’amore che farà nascere in Hitomi diversi sensi di colpa verso il povero Toshio. Le tre sorelle riusciranno a scoprire cosa è successo al padre e a recuperare tutte le sue opere?

Avete seguito le avventure delle tre ladre più affascinanti degli anime? Oppure preferite quelle del ladro più astuto di sempre?

Lupin-III-le tazzine di yokoLa banda di Lupin III è senza dubbio la mia preferita. Astuzia, abilità, onore, simpatia, fascino, trucchi degni dei migliori maghi, personaggi indimenticabili, fughe rocambolesche e tanto altro ne fanno un’anime davvero indimenticabile. Protagonista assoluto è Lupin III, simpatico, brillante, intelligente, abilissimo a sfilarsi le manette, bugiardo provetto, inventore geniale e… con un debole per le belle donne a cui non riesce mai a dire di no. Suoi compagni inseparabili sono Daisuke Jigen e Goemon Ishikawa XIII.
Goemon è un samurai con un profondo senso dell’onore ed è dotato di un’arma pressoché imbattibile la spada zantetsu-ken con cui riesce a tagliare qualsiasi cosa. Schivo e solitario sembra immune al fascino femminile e molte volte rimprovererà Lupin che, al contrario, si lascia abbindolare fin troppo spesso da Fujiko. Jigen è il miglior tiratore del mondo, un po’ rude, leale e anche lui, come Goemon non si fida di Fujiko. La bella Fujiko, unica donna del gruppo, è un’opportunista, avida, scaltra e profondamente egoista. Truffa e raggira il povero Lupin moltissime volte, scaricandolo una volta ottenuto quello che vuole. Spesso gli fa credere di essere disposta a concedergli chissà cosa per poi raggirarlo. Alla fine però, in alcune occasioni, ad esempio quando Lupin è stato costretto a inscenare la sua morte, dimostra, sotto sotto, di tenere a lui, anche se a modo suo, certo. Comunque la si pensi su di lei, non si può non concordare sul fatto che sia piena di risorse, astuta e abile. Certo, nonostante questo, diverse volte si ritroverà nei guai e toccherà a Lupin salvarla e altre volte sarà proprio Lupin a darle una bella lezione.

Ovviamente non può mancare un degno antagonista, no? Pensavate davvero che mi dimenticassi Zenigata-le tazzine di yokodel mitico Zenigata? Il caro paparino, soprannominato Zazzà, è un poliziotto onesto, abile e altruista che ha fatto della cattura di Lupin il suo scopo nella vita. Ce la mette tutta per catturarlo, è un vero e proprio professionista nel lancio delle manette eppure, la maggior parte delle volte, Lupin e i suoi riescono a sfuggirgli. Nel corso delle puntate, poliziotto e ladro finiscono per affezionarsi l’uno all’altro, tanto che, le volte in cui Zenigata riesce a catturare Lupin, va in depressione, perché si rende conto che non potrà più dargli la caccia. Grazie a Lupin, Zenigata si trova spesso a catturare altri criminali pericolosi che, in un modo o nell’altro, hanno messo i bastoni tra le ruote al famoso ladro. Insomma il loro è un rapporto particolare, nemici giurati all’inizio, molte volte si ritroveranno a darsi una mano a vicenda. Anche se, in tutta onestà, non ho mai fatto il tifo per Zazzà, mi è sempre stato simpatico e, diciamocelo, senza di lui questo anime non sarebbe lo stesso.

Bene e voi quale tra queste due bande di ladri preferite? Se dovessero affrontarsi per rubare un gioiello… chi se lo porterebbe a casa? Lupin, poco ma sicuro, si lascerebbe volentieri fregare dalle affascinanti gatte ma dubito che Fujiko sarebbe disposta a lasciare loro la refurtiva… e voi che ne dite?

Alla prossima puntata dove vi parlerò di altri due anime a tema ladri: chi indovina i titoli?

Share this article

7 Comments
  • vivienne
    giugno 9, 2016

    questi due anime fanno certamente parte della mia infanzia, visto che sono della generazione dei fine anni ’80. mi piacevano entrambi – non quanto altri,sia chiaro – ma di sicuro erano tra quelli che vedevo tutti i giorni.
    mi piaceva toshio di occhi di gatto, e con fujiko scleravo ogni volta dicendomi “com’è possibile che anche stavolta lupin si sia fatto fregare da quella?”. mi divertiva sto ragazzo, ma era davvero imbarazzante le volte in cui si faceva abbindolare. ah, ovviamente sapevo tutte le sigle e tra queste la mia preferita è di certo la prima versione italiana di lupin u.u

    • strega del crepuscolo (Chiari)
      strega del crepuscolo (Chiari)
      giugno 10, 2016

      Vivienne anche io pensavo la stessa cosa di Fujiko XD ma come poteva Lupin cascarci sempre? C’è da dire che, a volte, lui gliela faceva pagare però.

      La mia preferita come sigla è “l’incorreggibile Lupin”.

  • Rosa, leggo e scrivo
    giugno 10, 2016

    Frizzante questo post! Mi sono divertita moltissimo a leggerlo, dall’inizio alla fine.
    Questi due sono sicuramente i miei due anime preferiti insieme a Lady Oscar e Candy Candy. E poi, scusate, fatemelo dire: ma quanto è figo Jigen? Sono pazza di lui! Di Occhi di gatto (la serie animata, intendo, perché nel manga va diversamente) l’unica pecca è il finale aperto: mi è rimasto ancora sullo stomaco.
    La tua domanda finale è un bell’enigma. Non ci avevo mai pensato: varrebbe la pena vedere il finale in TV.

  • strega del crepuscolo (Chiari)
    strega del crepuscolo (Chiari)
    giugno 10, 2016

    Jigen? Aveva un suo fascino rude, in effetti. Ma se dovessi scegliere uno dei tre… non saprei. Forse preferisco l’inflessibile Goemon.

  • Simona zefilippo
    giugno 10, 2016

    Bellissimo occhi di gatto!!!!

  • Giada Licata
    giugno 13, 2016

    Momento nostalgia *-* aspettavamo il pomeriggio solo per guardarli e guai a chi si perdeva una puntata! tragedia xD

    • strega del crepuscolo (Chiari)
      strega del crepuscolo (Chiari)
      giugno 15, 2016

      Stessa cosa XD però… c’è stato un altro anime che non potevo assolutamente perdere… Sailor Moon era sacro.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *