Posts Tagged manga

Recensione al manga yaoi “Ten Count” di Rihito Takarai

Buon giorno cuplover,
sono rispuntata in questa afosissima giornata per parlarvi di un manga yaoi carinissimo: “Ten Count” di Rihito Takarai. Tutti quelli che mi conoscono sanno che ultimamente la fushoji che era in me si è risvegliata e mi sono dedicata molto a questo tipo di letture. Molti manga di questo genere hanno trame davvero pessime, ma Ten Count è un piccolo gioiellino (almeno per ora) e quindi ho pensato di proporvelo.

nel piattino abbiamo:  yaoi 02 - malatamente otaku - 4 torta shounen-ai e yaoi sul blog letterario de le tazzine di yoko  … romantico, commedia, sentimentale.

Ten Count

Titolo italiano: ancora sconosciuto
di Rihito Takarai
VOLUMI: 5 (in corso)
annunciato da Jpop

RECENSIONE DI MIKI:
Un bel manga, quattro tazzine tonde tonde.
tazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzinaDOWN

Shirotani Tadaomi è il segretario di un dirigente di una grande compagnia che soffre di misofobia. L’uomo infatti portare costantemente i guanti e evita qualunque contatto fisico. Sembra che per lui anche solo stringere la mano di qualcuno sia impossibile.
Un giorno, a causa di un incidente, la sua strada incrocia quella di Riku Kurose, uno psichiatra, che gli offre il suo aiuto per curare la misofobia. L’uomo propone a Shirotani di scrivere sul suo taccuino un elenco di dieci cose mettendo al primo posto quella che sicuramente sarebbe riuscito a portare a termine, mentre all’ultimo quella che gli sembrava più impossibile.
Shirotani prova a scriverlo, lasciando però l’ultimo numero vuoto, incapace di pensare a cosa metterci.
Kurose gli propone di aiutarlo come amico a vincere la sua misofobia, completando le cose segnate sull’elenco… ma ben presto quella che è nata come un’amicizia inizia a cambiare e le cose per Shirotani prenderanno pieghe a dir poco inaspettate…

Le cose si scaldano più in fretta di quanto possa sembrare possibile dalla trama… Kurose non è esattamente il tipo che si tira indietro o che… ehm… come posso dire? Insomma, gente, è uno yaoi con tutte le conseguenze del caso. Questo però vuol dire solo che ci saranno delle scene vietate ai minori, ma non che non ci sarà una trama.

Rihito Takarai è una delle rare mangaka che disegna yaoi e che riesce a creare delle storie interessanti e coinvolgenti, in cui la trama ha sempre un suo spessore e un suo intreccio particolarmente curato anche se a volte non troppo complicato. Ten Count non fa eccezione: i personaggi qui sono molto sfaccettati e interessanti, niente di quello che succede nella storia è buttato lì a caso ma ha una sua ragione specifica. Certo i sentimenti dei protagonisti fanno da filo conduttore e le vicende non hanno pieghe tali da ripercuotersi su larga scala, come accadeva ad esempio in Blood Bank, ma questo  non significa che manchi di spessore.

Devo dire che ciò che mi è piaciuto tantissimo, a primo impatto, è stata proprio l’idea di partenza di questa storia: il protagonista rifugge con tutto se stesso il contatto fisico, quindi non è assolutamente abituato a niente, nemmeno a stringere una mano. Per lui si tratta di qualcosa di immenso, troppo difficile da fare. L’autrice ha creato un protagonista così e lo ha usato in uno yaoi. Pensateci.. All’inizio io ero convinta che sarebbe stato come il suo altro lavoro “Solo i fiori sanno” (edito in Italia da Flashbook), in cui il sesso c’è giusto alla fine dei tre volumi e il resto è storia. Invece no e la cosa strana è che ci sta bene, non è ingombrante né per la storia, che viene comunque sviluppata, né per i personaggi. Certo a un certo punto l’ho trovato un po’ troppo ricorrente, ma è uno yaoi infondo.

In definitiva Ten Count è uno dei rarissimi yaoi che ha un suo perchè. Chi come me lì legge sa bene che le autrici possono tirare fuori le peggio schifezze in questi manga e che Ten Count è qualcosa di davvero particolare, un gioiellino da non perdere. Senza contare che da solo, il tratto della Takarai è un motivo sufficiente per comprarsi almeno un volume! Guardate che disegni!

Il problema essenziale però è che non è concluso, questo vuol dire che l’autrice è ancora in tempo per fare del casino. Mentre aspettiamo di conosce la nostra sorte possiamo però goderci i disegni, che io trovo a dir poco meravigliosi.

Jpop ha annunciato la pubblicazione di questo manga che è un po’ come sentirsi dire che la propria canzone preferita è stata scritta da un serial killer. Consiglio vivamente di leggere il manga in inglese e di comprarlo SOLO una volta conclusa la pubblicazione (quindi, se va tutto bene, tra 5/6 anni).

Manga online: istruzioni per l’uso!

Buon pomeriggio cuplover,
eccoci alla seconda parte del post sui manga da leggere. Come avevo promesso mi accingo a parlare di manga online.  Ciò che arriva in Italia è infatti solo una piccola parte dell’immensa quantità di storie che viene pubblicata in Giappone e gli amanti del genere hanno iniziato a tradurre i manga interessanti, ma che non arrivano in Italia. Ce ne sono di bellissimi, divertenti, carini e per tutti i gusti (tutti i gusti+1 … devo smetterla di citare Harry Potter). Quindi per chi preferisce iniziare a leggere manga partendo da quelli online o per chi vuole aggiungere alle sue letture cartacee quelle online ecco tanti piccoli consigli!

Tablet: un modo comodo e pratico

Molti manga online ormai sono reperibili su facebook o su siti come batoto o mangago che rendono possibile leggerli online. D’estate, ma anche d’inverno, il tablet è un modo comodo e veloce per leggersi un manga senza friggere dal caldo fatto dal pc. Certo, moltissimi siti non li caricano online, quindi il pc risulta sempre la scelta più comoda in assoluto, almeno per versatilità, ma il tablet ti permette di leggerli ovunque sei. Insomma, in generale io sono una sostenitrice del tablet! ;P

Scegliere la giusta lunghezza.

Proprio come il primo manga, anche il vostro primo manga online deve essere della giusta lunghezza. Che vuol dire questo? Niente serie di più di 4 volumi e niente serie in corso. Leggere a un tablet o a pc è più faticoso che leggere un cartaceo, meglio quindi che la lunghezza sia ridotta.
Ripeto nuovamente questo avvertimento: niente serie in corso. I manga online sono tradotti amatorialmente da appassionati e disponibili gratuitamente, anche per questo può accadere che tra un capitolo e un altro passino mesi.

Attenti alle truffe

Esistono effettivamente siti come Lezhin che detengono i diritti dei vari manga e li rendono disponibili a pagamento, ma a tutt’oggi un corrispettivo italiano di questo sito non c’è. Questo vuol dire che i manga che vi andrete a leggere non sono (e non possono essere per nessunissima ragione al mondo) a scopo di lucro. Se qualcuno vuole che paghiate qualcosa vi sta truffando, dato che non ha molto probabilmente i diritti dell’opera che tenta di vendervi. NON COMPRATE NIENTE. A parte su Lezhin, che però è in inglese.

Un occhio ai siti

Di siti di scanalation ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti. Io ne proporrò alcuni, ma ce ne sono tantissimi. Prima di fissarvi su un qualunque manga (magari anche su uno che non ho suggerito) accertatevi che sia di un sito facilmente accessibile. Alcuni gruppi chiedono di abilitarsi nel loro forum per aver accesso ai manga, altri addirittura pretendono che tu partecipi attivamente e poi, in grazia ricevuta, ti danno la possibilità di accedere al materiale. Ognuno ha diritto di fare quello che vuole, ma evitate di impelagarvi in siti in cui per arrivare a leggere un manga ci mettete un mese, sopratutto alla vostra prima esperienza.

 

Per i romantici zuccherosi….

Charai Hayama ni Kyun to Kita

Autore: Machino Iroha
Genere:
Shoujo, romantico,  slice of life, school life.
Casa editrice:
Shingeki no shoujo
Volumi: 2
Trama: 
Asahina, una tranquilla diciassettenne membro del comitato che si occupa della biblioteca, viene incaricata da un suo professore di sorvegliare il suo kouhai, Hayama Yuuto. Il ragazzo, incredibilmente popolare con l’altro sesso,  ha causato qualche problema ed è quindi stato deciso che, come punizione, si occuperà della biblioteca insieme a lei durante la sua sospensione. Inizialmente Asahina pensa che sia un ragazzo frivolo, ma conoscendolo inizia a sentirsi confusa… Con il passare del tempo, diventano amici … o forse anche qualcosa di più?

Kuchibiru ni Kimi no iro

Autore:  Iwahita Keiko
Genere:
Shoujo, romantico, scolastico.
Gruppo:
Harebare kazoku scans
Volumi: 2
Trama: 
Aya è una ragazza che ha perso fiducia nelle persone e in se stessa: tutto a causa di un pettegolezzo che è iniziato a girare nella sua scuola su una sua presunta relazione con il professore d’arte. La realtà però è ben diversa. Chiusa in se stessa, Aya non si avvicina più a nessuno, fino a quando nella sua scuola arriva Aimu, direttamente da Parigi. Aimu è bellissimo e possiede un fascino magnetico che sembra attirare tutti, che riesca quindi a scuotere anche il cuore ormai chiuso di Aya?

 

Per chi ama gli amori un po’ più… focosi!

Barairo ma Honey – La vie d’amour –

Autore: Ohmi Tomu
Genere:
josei, romantico,  fantasy, mature, smut.
Gruppo:
 Scanduzioni
Volumi: 3
Trama: 
Koume è una ventenne che lavora in una piccola tipografica. Dall’aspetto la ragazza sembra molto graziosa e delicata, come una bambola giapponese, ma appena apre bocca questa impressione scompare! Koume infatti è in grado di dire senza problemi quello che pensa, anche in modo abbastanza aggressivo e tutt’altro che delicato! La sua vita, abbastanza banale, viene sconvolta dall’arrivo in tipografia del rampollo di un antica famiglia. Mikage Tomonaga è un uomo composto e all’apparenza freddo, che cela un oscuro segreto e sembra proprio che il suo arrivo sconvolgerà la vita di Koume in modo permanente!

Lip Smoke

Autore: Nishikata Mai
Genere:
Shoujo, romantico,  slice of life.
Casa editrice:
chimudaku
Volumi: 1
Trama: 
Setsuna Iwato è una liceale che lavora partime per una casa editrice. Un giorno le viene dato l’incarico di portare alcuni documenti allo scrittore “novellista”, il trentenne Kazuki Sato. L’uomo però le chiede di aiutarlo con il suo prossimo lavoro riguardante il primo bacio, un amore puro quindi. Incerta, la ragazza accetta dopo che lui le promette di non toccarla neanche con un dito, ma a peggiorare la pessima impressione che ha di lui  è la scoperta del genere di libri che scrive: storie erotiche! Nonostante questo i due continuano a uscire e Sato la porta in posti del tutto normali, mantenendo la promessa di non toccarla mai neanche con un dito, tuttavia il destino ci mette il suo e sarà proprio Setsuna a fare la prima mossa!

 

Per chi ama gli amori da favola…

Kirikagohime to Mahou Tsukai

Autore: Nesumi Chisato
Genere:
Shoujo, romantico,  fantasy.
Gruppo:
 Scanduzioni
Volumi: 1
Trama: 
C’era una volta, tanto tempo fa, in un tempo dimenticato, una mago che viveva in una torre avvolta dalla nebbia. La torre era magica e per non farsi trovare il mago la spostava continuamente in giro per il mondo. Il mago viveva nella torre completamente da solo, tranne per un candelabro a forma di gatto a cui aveva dato un aspetto simile a quello umano  e la capacità di muoversi e parlare perché gli facesse da servitore. Il mago aveva un hobby molto particolare: amava collezionare cose rare e particolari, ma non sempre si trattava di oggetti veri e propri.
Un giorno il mago sentì la storia di un circo in cui si esibiva una fata e decise di rapirla e di farla diventare un pezzo della sua collezione. La fata aveva le ali lacerate e non parlava al mago, finché un giorno non si perse nelle nebbie, attratta dalle farfalle che vi abitavano, e il mago la ritrovò e le mostrò le farfalle che tanto amava. Da quel giorno la fata iniziò a parlargli e gli disse che finché lui avesse ascoltato, lei lo avrebbe chiamato.

Hyakunen Renbo

Autore: Mashiba Nao
Genere:
Shoujo, romantico, fantasy.
Gruppo:
Maniac Checkmate
Volumi: 2
Trama:  
Disprezzate per la loro lunga vita e ritenute maledette, le streghe sono allontanate da tutti, ma al contempo la loro profonda conoscenza delle piante mediche ne fa una risorsa importante. E’ così che Eva, una strega che ha vissuto a lungo, si ritrova a dover guarire il principe primogenito di Fernest da una rara malattia. La strega chiede in cambio di poter prendere con se il più piccolo dei reali, il principe Louis, quasi per gioco, ma i sovrani accettano la sua richiesta.
E’ così che Louis, un ragazzino quasi ignorato dalla sua famiglia e lievemente malato, si ritrova a crescere con una strega e finisce per capire la verità su di lei: dietro alla facciata fredda, Eva nasconde una grande solitudine e un incredibile generosità.   Il ragazzo se ne innamora, ma quando Louis viene richiamato al palazzo  per prendere il posto di suo padre sul trono, Eva deve decidere se lasciarlo andare o seguirlo…

Per chi preferisce gli storici…

Ojousama no Untenshu

Autore: Hishihara Keiko
Genere:
Shoujo, romantico,  storico.
Gruppo:
 DC Scanalation
Volumi: 2
Trama: 
Siamo in Giappone, nell’era Taisho (1912-1926). In una prestigiosa scuola per signorine di buona famiglia, Sayaka Yoshimura sembra incarnare tutte le virtù e i pregi della perfetta lady, ammirata e invidiata da tutte le altre ragazze dell’istituto.
Eppure a volte anche dietro la facciata più scintillante possono celarsi solitudine e dolore, ed è proprio allora che un rapporto vero con qualcuno può diventare molto prezioso.
Ma saranno vere le voci che circolano, e che insinuano che abbia una storia d’amore clandestina con l’autista della sua famiglia, il bellissimo Narutaki Shinobu, che l’accompagna ovunque e al quale sembra essere molto legata? Oppure sono solo malignità?
(trama presa da DC Scanalation)

Renai Demo Classic

Autore: Shimada Chie
Genere:
Shoujo, romantico,  storico.
Gruppo:
under the blossoming cherry trees
Volumi: 1
Trama:
Giappone, epoca Taisho (di nuovo). Aoi è una sedicenne figlia di mercanti arricchiti, che viene spesso presa in giro a scuola. La ragazza è da sempre innamorata del proprio precettore, Reichirou che è stato al suo fianco sin da quando era una bambina. Il problema è che Reichirou è determinato a mantenere la loro relazione strettamente professionale… non che non mostri interesse nei confronti di Aoi, tutt’altro! Che cosa dovrebbe fare Aoi per riuscire a conquistare il suo cuore? Ma il suo amore è davvero a senso unico?

 

E con questo post i miei suggerimenti su che manga leggere per iniziare a leggere manga (lol) sono terminati. A tutti buona lettura!

Vampire Knight Memories di Hino Matsuri

Buongiorno cuplover, come state?
Io sono qui, indecisa su cosa raccontarvi di questa prossima meravigliosa uscita, che la Planet ha prevedibilmente portato in Italia… anche se prima di quello che mi aspettavo. Ho amato Vampire Knight, ho odiato il finale e alcune altre cose. Sto amando Vampire Knight Memories e spero che riuscirò a incuriosirvi con questo post.

nel piattino abbiamo: shoujo  02 - malatamente otaku - 1 barretta di cioccolato shoujo e josei sul blog letterario de le tazzine di yoko … romantico, commedia, soprannaturale.

Vampire Knight Memories

Titolo italiano: sconosciuto
di Hino Matsuri
VOLUMI: 1 (in corso)
annunciato da Planet manga

RECENSIONE DI MIKI:
Un bel manga, quattro tazzine tonde tonde.
tazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzinaDOWN

Bentornati nel meraviglioso mondo di Vampire Knight. La storia comincia da dove gli extra erano conclusi: Ran e Ai vanno a vivere con il padre, Kaname, ormai umano grazie al sacrificio di Yuki.
Kaname non ha ricordi del passato, mentre Ran e Ai cercano di conoscerlo, occupandosi di lui, i tre vivono come una famiglia.
Al loro presente viene però intervallato il passato,  un passato che appartiene tutto a Yuki e Zero. La ragazza, dopo che Kaname ha buttato il cuore nella fornace, ha messo al mondo la loro figlia e si è ritrovata a capo dei vampiri. Zero invece, rimanendo accanto a lei e ad Ai, ha accettato l’incarico di capo degli Hunter. Com’è facile intuire le cose sono tutt’altro che semplici. Sono molti i vampiri che non vedo di buon occhi la relazione che hanno i due e che più e più volte attentano alla vita di Zero. I due però non si tirano indietro e sono più che decisi a dare battaglia per proteggere il loro legame….

FINALMENTE! Questa è la parola che mi è venuta in mente quando ho letto per la prima volta dell’uscita di questo manga. Diciamocelo con il cuore: Vampire Knight aveva deluso, almeno me. Non c’era una sola storia d’amore che venisse veramente vissuta dato che Kaname mollava Yuki e alla fine si strappava il cuore per salvare tutti. Da parte sua Yuki era l’eterna indecisa e ti veniva voglia di batterle a ripetizione la testa contro il muro!

Ma qui il problema non si pone! Qui abbiamo Zero, solo lui.
Questa è la storia di Kaname che si risveglia da umano in un mondo che non conosce, e di Yuki e Zero nel frammento di tempo tra cui Kaname si è strappato il cuore, fino al suo risveglio.
Finalmente Yuki e Zero! Alla buon ora… o così pensavo all’inizio. Si perchè se i due hanno deciso di combattere con le unghie e con i denti per proteggere il loro legame, questo non implica in alcun modo che questo legame sia chiaro o definito! Anzi l’eterna indecisa continua a lasciarlo in questa zona d’ombra, dove non è né carne, né pesce. Sappiamo cosa diventerà, l’esistenza di Ran lo rende estremamente chiaro, tuttavia è innegabile che per arrivarci la Matsuri ci farà penare un pochino (ma ci arriveremo! YEEEE!).

Il punto comunque è che la Hino ha dato un’altra possibilità ai suoi personaggi. Probabilmente visto il numero di spin-off usciti dopo la conclusione del manga, nemmeno a lei piaceva come erano andate le cose. Speriamo che questa volta riesca a non trascinare troppo la questione, non appesantirla, non metterci dentro altre trecento cose e che finalmente sviluppi decentemente una cavolo di storia d’amore! Vampire Knight era stata un eterna attesa… conclusa nel nulla, ora pretendo qualcosa!

Un’ultima, piccola, nota: vedere Kaname insieme ad Ai e Ran semplicemente ti scalda il cuore, non c’è altro modo di dirlo. Il legame che li accomuna è davvero particolare, Kaname lo avverte pure  non avendone davvero memoria e le ragazze con lui sono semplicemente dolcissime. Vederli comportarsi come una famiglia è meraviglioso. Sto adorando questa parte del manga.

Resta un’unica domanda a questo punto: il primo volume racchiuderà gli spin-off usciti prima di iniziare dalla serie vera e propria, oppure si partirà subito da quella? Purtroppo io non ne ho idea. Il problema in entrambi i casi è la linea temporale: se fanno partire la serie senza mettere gli spin-off alcune cose potrebbero essere poco chiare, mentre se li mettono finiranno inevitabilmente per anticipare alcuni eventi. Per avere questa risposta però non ci resta che aspettare…

Prima tappa del blogtour dedicato a “Amalia – Maidreams cafè”: conosciamo Amalia

Buongiorno cucchiaini 🙂 oggi, per una volta, partecipiamo a un blogtour dedicato a un fumetto!
Vi parliamo sempre di manga perchè è il genere che noi appreziamo maggiormente ed è un piacere oggi presentarvi un’opera uscita da pochissimo di una disegnatrice italiana che ha poco da inviare a tante sue colleghe del Sol Levante. Fidalma Yuniiho Conte con la sua “Amalia – Maidreams cafè” porta i suoi lettori nel mondo delle Maid, tra teiere e dolci manicaretti… inutile dire che già così ne sono rimasta subito attratta, poi ho scoperto che uno dei personaggi si chiama Yoko, potevo essere più affine a questo fumetto?

La giovane disegnatrice mette in palio per voi un suo disegno personalizzato, il vincitore potrà essere disegnato da Yuniiho che creerà per lui/lei un’immagine da usare sui social come foto profilo in stile Yunii. La trovo una cosa carinissima >o< Troverete più info su come partecipare in fondo a questo articolo.

Nella nostra tappa vi presentiamo Amalia

Amalia, la dolce protagonista di questo manga, è una dea kitsune, una volpe appassionatasi al mondo delle Maid (cameriere di caffetterie a tema per gli appassionati di anime e manga che in Giappone hanno preso piede da una quindicina d’anni a questa parte). Come tante sue simili ha il compito di ascoltare le preghiere dei mortali e tra tutte le piace perdersi ad ascoltare i racconti della devota Yoko, una studentessa che nel tempo libero ama lavorare part-time in un Maid Cafè. Le sue preghiere sono sempre così emozionanti che Amelia rimane affascinata da questa faccia del mondo a lei sconosciuta.
Aimè i genitori della ragazza non sono d’accordo con questo suo lavoro e lo stress sarà la causa trainante della morte della povera Yoko. Amalia decide di infrangere per lei le regole del mondo degli spiriti e scendere sulla Terra, prendendo lei stessa il posto di maid per realizzare i sogni della ragazza e garantire la felicità della sua anima. Una decisione altruistica che la porterà a conoscere il valore delle piccole cose, sopratutto dei sogni.

Amalia è un personaggio dolcissimo, nonostante sia una dea è per alcuni versi davvero ingenua e positiva. La sua imbranataggine, ma anche la grandissima determinazione, la rendono un personaggio davvero grazioso, per cui non si può fare a meno di provare simpatia. L’idea stessa di una dea che diventa una Maid ha un che di ironico, componente che troverete in tutto il fumetto. Un volume unico carinissimo.

Come partecipare?

  • Seguire il profilo Instagram di Mangasenpai
  • Seguire il profilo Instagram di Yuniiho
  • Seguire il profilo Instagram dei Blogger coinvolti
  • Commentare questa tappa ponendo una domanda a Yuniiho e indicando la vostra email (utile per contattarvi in caso di vittoria)

a Rafflecopter giveaway

Buona fortuna a tutti 🙂 qui di seguito trovate le date delle prossime tappe:

Recensione al manga “Takane to Hana” di Shiwasu Yuki

Buon pomeriggio cuplover,
gli annunci del Comicon di Napoli hanno regalato gioie e così ho pensato di parlarvi dei manga che la Planet ha annunciato e che a me sono stra piaciuti. Gli eletti sono tre: Vampire Knight Memories (Hino Matsuri), Yuki wa Jigoku ni Ochiru no ka (Hiro Fujiwara ) e il manga di cui parleremo oggi, ovvero Takane to Hana di Shiwasu Yuki. Ho deciso di partire da questo perchè era il più inaspettato dei tre, ma più tardi appariranno anche gli altri due .

nel piattino abbiamo: shoujo  02 - malatamente otaku - 1 barretta di cioccolato shoujo e josei sul blog letterario de le tazzine di yoko … romantico, commedia, scolastico, comico.

Takane to Hana

Titolo italiano: ancora sconosciuto
di Shiwasu Yuki
VOLUMI: 7 (in corso)
annunciato da Planet manga

RECENSIONE DI MIKI:
Un bel manga, quattro tazzine tonde tonde.
tazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzinaDOWN

Era una giornata come qualunque altra per Hana… prima che i suoi, vista la fuga della sorella, la obbligassero a partecipare ad un omiai (un incontro a scopo matrimoniale) con il giovane figlio del capo di suo padre. A sorpresa la sedicenne si trova davanti a un ragazzo bellissimo… e tutt’altro che gentile. Takane infatti sembra essere abbastanza “allergico” alle ragazze e convinto che Hana non sia nient’altro che un’arrampicatrice sociale, per questo rimane abbastanza sorpreso quando la ragazza gli risponde a tono dopo essere stata insultata e se ne va arrabbiata.
Il giorno dopo il ragazzo verrà a prenderla per uscire insieme e in un modo o nell’altro i due inizieranno a frequentarsi, dando vita a siparietti comici assolutamente adorabili!!!!

Detta così so che la storia sembra un po’ scarna, ma ha una freschezza unica. I sentimenti dei protagonisti diventano piano piano più chiari e nonostante siano diverse le cose e le persone che si mettano tra i due, il loro scalcinato e divertente legame non si spezza. Ho apprezzato molto il fatto che inizino a uscire insieme da subito, così che almeno questo aspetto non fosse tirato eccessivamente per le lunghe e ho adorato  il modo in cui si comportano l’un con l’altra. Ci sono momenti molto dolci, ma i più sono davvero divertenti. Ammetto di non aver trovato i personaggi particolarmente profondi o sfaccettati, ma sono comunque amabili ed è impossibile non affezionarcisi.

Takane è un tipo particolare, bravo nel suo lavoro, sa mantenere un ottima facciata, ma con Hana si comporta sempre in modo spontaneo, arrogante e un po’ infantile. Da parte sua Hana, che è solo una sedicenne, dimostra una testardaggine unica, ma anche di tenere profondamente a lui. Certo qui il romanticismo è in secondo, se non in terzo piano, ma comunque il manga è davvero un amore.
Consigliatissimo a tutte, sopratutto perchè è Planet (quindi ne vedremo la fine).

Pagina 1 di 912345...Ultima »

porta le tazzine nel tuo blog/sito

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 1 cuore

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 2 stella

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 3 cerchio

guarda il codice

logo LE TAZZINE DI YOKO verde logo LE TAZZINE DI YOKO giallo logo LE TAZZINE DI YOKO arancio logo LE TAZZINE DI YOKO nero
logo LE TAZZINE DI YOKO fuxia logo LE TAZZINE DI YOKO viola logo LE TAZZINE DI YOKO azzurro logo LE TAZZINE DI YOKO rosso

guarda il codice

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le amiche tazzine