Posts Tagged Bianca Marconero

Anteprima de “L’ultima notte al mondo” di Bianca Marconero

i like it sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica anteprime

Buon giorno cuplovers, oggi vi segnalo l’uscita del nuovo romanzo della brava Bianca Marconero, “L’ultima notte al mondo”.
Come vi sentireste se, dopo anni, vi ritrovaste davanti all’amore non corrisposto della vostra vita?

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / new adult 01 - compulsivamente lettrice - 10 biscotto new adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

L’ultima notte al mondo

Bianca Marconero
Edito da Newton Compton Editore (29 giugno 2017)
Pagine 440
€  5,90 cartaceo – € 3,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto cartaceo
link diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Marco Bertani ha ventitré anni, alle spalle un’adolescenza tutt’altro che semplice e davanti a sé un futuro dove potrà contare solo su se stesso. Un giorno inaspettatamente si imbatte in Marianna Visconti, ex compagna del liceo e amore non corrisposto della sua vita. I loro mondi non potrebbero essere più lontani: Marianna, dopo aver studiato negli Stati Uniti, sta facendo pratica legale presso il prestigioso studio di un amico di famiglia, mentre Marco sbarca il lunario lavorando come operatore per una rete televisiva locale. Quando però le viene prospettata l’occasione di condurre un programma ideato proprio da lui, Marianna decide di accettare la sfida, convinta che così potrà dimostrare a Luca, il fidanzato con cui è in crisi, di cosa è capace: lei e Marco si troveranno quindi a lavorare gomito a gomito e scopriranno di non essere poi così diversi come credevano…

Vi ispira? Avete già letto altro di questa autrice?

Vi segnalo che l’edizione cartacea di “L’ultima notte al mondo” contiene anche la novella esclusiva “Ed ero contentissimo”. Un motivo in più per acquistare il cartaceo, non trovate? Di seguito trovate i dati relativi alla novella.

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / young adult 01 - compulsivamente lettrice - 9 biscotto young adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Ed ero contentissimo

Bianca Marconero
Edito da Newton Compton Editori (29 giugno 2017)
Pagine 110
€ 0,49 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
“Tu chiedevi sempre se c’era una speciale, una che mi tenesse sveglio, qualcuna a cui pensassi e io rispondevo che non c’era. Era una bugia, papà.
Io una ragazza speciale ce l’ho da cinque dei miei diciotto anni.
Lei, papà, è il motivo per cui crederò sempre ai colpi di fulmine, mi fiderò sempre delle canzoni, saprò che si può tutto per amore. E non dico per conquistarlo, ma per permettere a chi amiamo di stare bene. Si può tutto senza avere nulla in cambio, insomma, senza una possibilità al mondo di essere felici.
Ah, perché la mia ragazza mica lo sa che sono innamorato di lei.”

Cinque anni prima de “L’ultima notte al mondo”, tra i banchi di scuola, Marco si innamora di Marianna. E attraverso Negazione, Rabbia, Patteggiamento, Accettazione e Depressione Marco affronta le cinque fasi dell’Elaborazione dell’Amore.

QUALCHE INFO SULL’AUTORE
Bianca Marconero vive a Reggio Emilia. Dopo aver lavorato come copywriter per l’editoria periodica si è dedicata alla scrittura creativa. Esordisce con la saga di Albion, di cui sono stati pubblicati Albion, Ombre, e le novelle Diario di un’Assassina e il Principe Spezzato. Spera di poter presto tornare a occuparsi della parte conclusiva della saga, e nel frattempo scrive, con grande piacere, storie romantiche.
Per Newton Compton ha pubblicato La prima cosa bella (clikkate sul titolo per leggere la mia recensione).

Gli ebook gratis scovati oggi!

ebook gratis le tazzine di yoko

Come se già non avessimo tanti titoli da leggere un occhio agli ebook gratis su amazon ci scappa sempre, ecco cosa abbiamo scovato oggi di interessante:

FANTASY

albion arienne ebook gratis le tazzine di yoko> Arienne – estratto di “The Winds of Winter” (George R.R.Martin)
Per gli appassionati di Martin che hanno finito di leggere tutti i libri già pubblicati e non vedono l’ora che quel sant’uomo finisca di scrivere il prossimo libro Mondandori ha reso disponiile la traduzione di un estratto da “The Winds of Winter” con protagonista Arianne, figlia del principe Dorian Martell.

> Albion – Il principe spezzato _Albion 2.5 (Bianca Marconero)
Uscito questo mese narra l’antefatto della saga Albion 😉 da infilarsi dopo il libro “Ombre”.

ROMANCE CONTEMPORANEI

sangue amaro bad girl ebook gratis le tazzine di yoko> Sangue amaro (Angela D’Angelo)
Una storia di fiducia, di amore, di speranza a Scampia. Se leggendo la trama vi ispira fate un pensiero all’acquisto del cartaceo: i proventi della vendita saranno devoluti alla Onlus SalvaBimbi, operante sul territorio.

> Bad Girl (Karen Waves)
POV di Won-ho del libro “Le cesoie di Busan”, più info QUI

ROMANCE STORICI

Alexandra scelte damore ebook gratis le tazzine di yoko> Alexandra (Lauren Royal)
Primo libro della saga regency dei Chase

> Scelte d’amore (Maria Masella)
Racconto collegato al romanzo “Le vie del destino” che uscirà a settembre per i Romanzi Classic Mondadori.

Cosa prenderete? 😀

Recensione a “La prima cosa bella” di Bianca Marconero

Bianca Marconero - le tazzine di yoko

Buongiorno cuplovers,
“La prima cosa bella” di Bianca Marconero è un romanzo davvero particolare.

Si è rivelato una lettura arguta, divertente, ben scritta e con personaggi incredibilmente reali.

Siete pronti a fare la conoscenza di Dante Berlinghieri?
Aspirante regista e laureando (sempre se riuscisse a terminare gli esami) sta per finire in una marea di guai, ma lui ancora non lo sa.

nel piattino abbiamo:  love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko

La prima cosa bellala prima cosa bella cover-le tazzine di yoko

Bianca Marconero
Edito da Newton Compton editori (10 febbraio 2016)
Pagine 263
€ 2,99 ebook – cartaceo ancora non disponibile
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Esiste solo l’amore non corrisposto: questa è la convinzione di Dante Berlinghieri, ventunenne nerd appassionato di cinema e fumetti. Tra una birra nel solito posto, un esame all’università e una sosta in fumetteria, la sua vita scorre più o meno tranquilla. Ma una sera come tante, in uno dei soliti posti, arrivano anche delle ragazze e da quel momento il mondo di Dante verrà completamente capovolto. Si ritroverà promosso al ruolo di regista in un film amatoriale, si innamorerà senza essere riamato, e a sua volta non ricambierà una ragazza che invece si innamora di lui. E in un susseguirsi di eventi imprevisti e imprevedibili, Dante scoprirà che nulla è come aveva immaginato…

RECENSIONE DI STREGA DEL CREPUSCOLO:
Cinque tazzine… meno qualche piccolissima cosina.
tazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaMEZZA+_stregaDELcrepuscolo

La prima cosa bella è il primo romanzo di Bianca Marconero che leggo e … non è assolutamente come mi aspettavo. Lo stile dell’autrice è ottimo, mi è piaciuta la suddivisione dei capitoli in atti, una bella lettura, originale e ben scritta.

Dante, si trova in ospedale dopo una delusione d’amore: perché è in ospedale e cos’è successo? Per capirlo dobbiamo tornare un po’ indietro…
Dante-le tazzine di yokoTutto inizia con un film. Dante è un appassionato di regia, lavora da un sacco di tempo al suo corto “Matter of Dice”, che non è mai finito perché il ragazzo continua a correggerlo e a modificare delle parti (come lo capisco). Mentre le pagine scorrono, conosciamo Tommaso, amico e rivale di Dante, presuntuoso e trascinatore quasi inconsapevole dell’intero gruppo, Fiamma la bella ragazza di cui Dante s’innamora a prima vista, Vince il musicista rubacuori, Marco il fratello saggio e lungimirante, Beatrice intelligente, simpatica, scrittrice e sceneggiatrice, Isa bella e “semplice” e ci sembra di conoscerli tutti perché, bene o male, nella nostra vita abbiamo tutti conosciuto una “Isabella” o un “Tommaso”. I ragazzi decidono di lavorare insieme alla sceneggiatura di Bea, recitando nel film. Ed è così che si crea un complesso intreccio di sentimenti e di situazioni divertenti, a tratti assurde che vi faranno scuotere la testa e che mi hanno ricordato le classiche “situazioni da manga”. Dante è innamorato cotto della bella Fiamma che, a sua volta, è attratta da Vince, la povera Bea, invece, è innamorata del nostro Dante che… si convince assurdamente che lei abbia una cotta per Marco! Il nostro protagonista è abituato a trattare con ragazze che lo chiamano solo per arrivare a suo fratello, per questo fraintende le intenzioni di Bea. Ne è assurdamente e incrollabilmente convinto, tanto che avrei voluto prenderlo a ceffoni per farlo svegliare un po’. Non potete nemmeno immaginare in che guai si metterà per colpa di questa sua convinzione e della sua cotta per Fiamma.
Il romanzo è ricco di citazioni di film, in perfetto stile nerd e non manca di qualche critica auto-ironica qua e là.

Ho scoperto in seguito che con il termine scrittore emergente si designano tutti coloro che vorrebbero pubblicare qualcosa. Una denominazione molto democratica. Anche se mi sfugge da dove stiano emergendo e verso cosa.”

La sua delusione dopo aver scoperto che Fiamma sta con Vince, porterà Dante dritto tra le braccia della ragazza sbagliata. Sconvolto e ubriaco fradicio fa arrabbiare Miguel, l’armadio segretamente innamorato di Isa, che non ci pensa due volte a conciarlo per le feste. Quando Isa arriva a salvare il povero Dante, fraintende alcune cose e lo bacia. Ed ecco fatto il disastro perché, ci potete scommettere, la mattina dopo, non solo Dante si ritroverà con un mal di testa tremendo, ma anche con una fidanzata. Dante riuscirà a mettere ordine nei suoi sentimenti e a capire chi è la ragazza di cui è davvero innamorato prima che sia troppo tardi?

Un romanzo diverso dagli altri, con un protagonista atipico che non potrete fare a meno di adorare e per cui farete il tifo perché, sotto sotto, c’è un po’ di Dante Berlinghieri in ognuno di noi.

ATTENZIONE, DA QUI SONO PRESENTI SUL FINALE spoiler

Dante è un protagonista con cui è davvero facile immedesimarsi. Sta finendo gli studi in lettere, anche se sa perfettamente che non gli serviranno per trovare lavoro, ama studiare e sta portando avanti il suo corto da una vita perché gli sembra sempre imperfetto. Dovrebbe chiarire subito con Isabella ma… non lo fa. Perché non vuole far soffrire Isa, perché è un po’ vigliacco e… in fondo, stare con Isa ha i suoi vantaggi. Tutti i suoi amici stanno andando avanti con le loro vite e questo lo spaventa e lo fa sentire solo, Dante non vuole che la sua vita cambi, ama le serate con gli amici, i giri in fumetteria, la paura dell’ignoto lo blocca: riuscirà a vincere le sue paure e a crescere?Beatrice-le tazzine di yoko
Bea ha deciso di trasferirsi all’estero e Dante, ancora, non ha capito nulla. Sono amici, è la ragazza con cui si trova meglio, la sua unica amica, quella con cui vuole parlare, quella con cui passa sempre più tempo, quella che lo capisce al volo, eppure non riesce a vedere al di là del suo naso. Credetemi, TUTTI hanno capito che Bea è innamorata di Dante, tranne lui. Avrei voluto dargli un bello schiaffo e dirgli di aprire gli occhi! Alcune scene sono abbastanza comiche, ad esempio quando Bea gli confida di aver avuto una delusione amorosa e Dante chiede a Marco se ne sa qualcosa! Ed è anche arrabbiato con il ragazzo che ha deluso Bea! Mi sono davvero divertita immaginando lo sguardo costernato di Marco.

Perché Beatrice era bella. Definitivamente. Era la prima cosa bella.”

Dante capisce tutto solo alla fine. Un pestaggio e una corsa all’ospedale si metteranno tra Dante e Bea e, come in un film, Dante va all’aeroporto ferma Bea e la bacia dichiarandosi… il finale perfetto… e invece no! Mi è preso un colpo quando lei, citando Via col Vento, lo lascia con un palmo di naso. Dante raggiungerà la sua Beatrice oltreoceano? Io faccio il tifo per Dante e voglio essere ottimista, come il suo omonimo, immagino che dovrà attraversare l’inferno per arrivare in paradiso.

Questo non è un copione scritto da me, è solo la mia vita e, per fortuna, nessuno conosce il proprio finale.”

Un romanzo arguto, divertente, ben scritto, con personaggi incredibilmente reali: vi farà sorridere e arrabbiare. Non potrete fare a meno di continuare a sfogliare le pagine fino alla fine.

QUALCHE INFO SULL’AUTRICE
Bianca Marconero è lo pseudonimo di una scrittrice che vive a Reggio Emilia, centrale operativa dei suoi molti, troppi mestieri.

Recensione a “Albion” di Bianca Marconero

Bianca Marconero - le tazzine di yoko

Buongiorno cuplovers,
oggi vi parlo di “Albion” di Bianca Marconero, un fantasy young adult con una spolverata leggera di romance che mi ha incuriosito per le numerose recensioni positive che ha avuto.

L’entusiasmo di così tante persone mi ha convinta a tuffarmi nell’Albion College, per scoprirne i segreti, che sapevo essere collegati ai Cavalieri della Tavola Rotonda. Fa per voi se volete leggere un romanzo dall’atmosfera cavalleresca e particolare, se vi piacciono le ambientazioni scolastiche, se siete amanti dei poteri paranormali e delle leggende su Merlino, Lancillotto e Artù.

nel piattino abbiamo:
paranormal 01 - compulsivamente lettrice - 5 croassant paranormal sul blog letterario de le tazzine di yoko / love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / young adult 01 - compulsivamente lettrice - 9 biscotto young adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Albion-le tazzine di yokoAlbion

Bianca Marconero 
Edito da Limited Edition (18 marzo 2013)
Pagine 474
€ 14,90 cartaceo – € 2,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink per l’acquisto ebook
link per l’acquisto cartaceo

TRAMA DELL’EDITORE
Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose –, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell’amicizia e capirà che l’amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell’eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all’epilogo, tra le mura di un’antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda.

RECENSIONE DI VALY:
La classica lettura che si definisce “carina”… tre tazzine e mezzo.
tazzinaUP_valytazzinaUP_valytazzinaUP_valytazzinaMEZZA_valytazzinaDOWN

Marco Cinquedraghi è un diciassettenne ricco e viziato, al quale è mancata la mamma, il fratello e pure il nonno. I lutti che si sono perpetrati in famiglia lo hanno reso forte di fronte al dolore e distaccato nei confronti di chiunque provi a conversare con lui. Avere un padre come Tommaso Cinquedraghi, poi, che non mostra il minimo affetto ma anzi deride sempre il figlio pubblicamente, rappresenta per Marco un esempio di quanto tenere le persone lontane da sé sia la cosa più saggia da http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photography-photo-knight-sword-image22731997fare per non soffrire. Marco è un bel ragazzo, ha capelli ricci scuri e occhi verdi, un portamento sicuro e un atteggiamento spavaldo che lo rendono antipatico alla maggior parte dei suoi coetanei. Nonostante la sua sia solo facciata, quando suo padre gli impone di trasferirsi in Svizzera per frequentare una scuola d’elitè, l’Albion College, nessuno dei suoi nuovi compagni lo sopporta. Con Helena, una ragazza da cui si ritrova inspiegabilmente attratto, è odio/amore al primo sguardo, più odio che amore e non c’è verso di farle cambiare idea. Con Deacon, un ragazzo all’apparenza insignificante ma dalla grande intelligenza matematica che gli può tornare utile, c’è un disprezzo a pelle e si arriva alle mani. Ciò è in parte spiegato dal fatto che all’Albion college gli studenti sono divisi in due classi: da un lato vi sono i regolari come Marco, ossia i ricchi e facoltosi, dall’altro lato, nell’ala est, vi sono i borsisti come Helena e Deacon, che devono lavorare all’interno della stessa scuola per compensare alla loro mancanza di denaro. Gli studenti delle due classi vivono separatamente seguendo una antica rivalità, aggravata dalla consapevolezza che i borsisti devono riverire i regolari, mentre questi ultimi non fanno altro che prenderli in giro e dire cavaliere-le tazzine di yokocattiverie sul loro conto.

L’unica persona che accoglie subito bene l’arrivo improvviso e imprevisto di Marco (entrato da vero raccomandato a causa del cognome importante), è Lance Chevalier, l’immagine della perfezione in ogni campo. Lance è uno studente regolare che divide la camera con Marco, lo appoggia fin dai primi momenti insieme e diventa suo fidato amico, sopportando le sue parolacce, i suoi modi avventati e la sua stronzaggine. Lance è tutto ciò che un ragazzo dovrebbe essere: bello, ricco, galante, gentile, socievole, popolare, elegante, abile nelle materie e di buoni propositi. Un vero ragazzo d’altri tempi, insomma! Con Marco avverte immediatamente un legame, si sente spinto verso di lui e fa di tutto per facilitargli la vita scolastica, sentimentale e amichevole. All’Albion College vengono ammessi solo studenti di un certo tipo, per lignaggio e parentela e Marco capisce che non si tratta di una scuola normale. Gli tavolarotonda-le tazzine di yokostudenti, provenienti da diverse parti d’Europa, devono necessariamente esprimersi in inglese e preparare test di materie come Filologia Romanza e altri mattonazzi storici in lingua, oltre che essere addestrati a usare spade e varie armi e partecipare a tornei a cavallo e a giochi come la “caccia” a piedi nel bosco. All’Albion College non si ha una seconda opportunità, la prima deve essere quella giusta, se si sbaglia si è fuori e per questo tutti gli studenti sentono molto la pressione psicologica dello studio e la fatica fisica degli addestramenti, che li portano a essere in costante stress da “non ce la farò mai, ma devo farcela a tutti i costi”. Se non fosse già strano il fatto che l’Albion sia una scuola così elitaria, ci si aggiunge anche il fatto che alcuni studenti frequentanti possiedono facoltà speciali: Deacon Emrys può leggere i pensieri di Marco in qualche caso, è un genio con i numeri e può spostare gli oggetti con la mente; Erek Greystone ha il potere di guarire gli altri; Lance avverte determinati eventi del futuro come sensazioni e Marco ha una abilità particolare nei combattimenti e con la spada, oltre ad avere una ferocia e una forza senza precedenti. E se tutto fosse stato predisposto per far sì che loro si incontrassero?

albion_bianca marconero-le tazzine di yokoHo letto Albion perché è stato amato da molti lettori e blogger e mi sono detta se in tanti lo amano, c’è probabilità che lo ami anche io. Volevo capire il motivo per il quale così tante persone si sono interessate al libro e lo hanno adorato. Posso dire di averlo compreso in parte. Ho trovato Albion una lettura scorrevole e originale, con personaggi ampiamente delineati dal punto di vista caratteriale, una trama insolita, dialoghi simpatici e coerenti e un pizzico di romance, ma non l’ho trovato il romanzo entusiasmante che mi aspettavo di leggere. E’ stata una lettura carina, con qualcosina in più di carina, ma non certo avvincente, probabilmente perché l’autrice ha tirato troppo per le lunghe il segreto della scuola e dei suoi studenti, non ha inserito colpi di scena memorabili né alcun tipo di minaccia, che fungesse da cattivo della situazione, lasciando inoltre tanti punti in sospeso che restano misteri fino ai prossimi volumi della serie. Il lato romantico del libro esiste e si predispone come triangolo amoroso Marco-Helena-Lance, ma è stato solo vagamente impostato e non vi è neppure un misero bacio, nonostante le occasioni favorevoli ci fossero. Fino alla fine del libro, circa, si segue l’andamento di una storia scolastica, un po’ diversa dal solito e con qualche medievalcavaliere-le tazzine di yokopotere qua e là, ma pur sempre scolastica e solo nelle ultime pagine ci viene svelato tutto il lato fantasy della trama e di botto.

Il punto di forza di Albion, il motivo per cui molti si sono interessati, compresa me, sta nell’idea di scrivere del Ciclo Arturiano con i Cavalieri della Tavola Rotonda, di cui in generale non si sente molto parlare nelle letture moderne. Ho apprezzato questa idea dell’autrice, che si discosta dalle idee ormai trite e ritrite dei libri fantasy che si trovano in giro oggigiorno. Marco Cinquedraghi è forse il più interessante spunto che l’autrice ci fornisce per continuare a leggere il seguito, che dovrebbe uscire a breve: anche se è un ragazzo ricco, Marco è uno di noi, uno che lotta, che fatica, che cerca di farsi benvolere e che combina qualche casino, ogni tanto. Mentre leggevo di lui, dentro di me cercavo di incoraggiarlo, di spronarlo, di infondergli sicurezza, quella che ostenta all’apparenza ma che in realtà non ha. Non si può dire lo stesso di Lance, che all’inizio mi è parso un vero idolo ma che a pensarci bene poi non era altro che un personaggio piatto e troppo perfetto per essere reale e di Helena, che dall’inizio fino a metà libro è davvero antipatica e diario di un'assassina-le tazzine di yokofastidiosa! Meno male che si risolleva successivamente. Marco è stato delineato benissimo nelle sue imperfezioni e per questo credo che continuerò a leggere delle sue avventure anche nei prossimi volumi, per sapere quali altre prove dovrà affrontare e se l’amore sarà una di esse.

P.s. Ho letto anche Albion- Diario di un’assassina (lo trovate gratuitamente), di circa una ottantina di pagine, che si concentra sulla vita e sul punto di vista di una ragazza del college, sulla quale nel libro principale non sappiamo nulla o quasi e che si rivela invece importante. Ne consiglio la lettura per arricchire al meglio la propria conoscenza del mondo creato dalla Marconero.

porta le tazzine nel tuo blog/sito

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 1 cuore

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 2 stella

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 3 cerchio

guarda il codice

logo LE TAZZINE DI YOKO verde logo LE TAZZINE DI YOKO giallo logo LE TAZZINE DI YOKO arancio logo LE TAZZINE DI YOKO nero
logo LE TAZZINE DI YOKO fuxia logo LE TAZZINE DI YOKO viola logo LE TAZZINE DI YOKO azzurro logo LE TAZZINE DI YOKO rosso

guarda il codice

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le amiche tazzine