Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Recensione di “Yuri!!! On Ice”, un emozionante anime di cui vi innamorerete

fantasie di zucchero sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica anime e dorama

Potete sentire il battito del mio cuore?
Stanco di non sentirsi mai abbastanza
Chiudo gli occhi e dico a me stessa che i miei sogni diventeranno realtà.

Non preoccupatevi se non riconoscete la traduzione di questi versi cuplovers, siete ancora in tempo per recuperare “Yuri!!!On ice”!!!!!!! E magari li ho pure tradotti non benissimo (comunque History Maker è una delle migliori opening di sempre!), ma andiamo al punto, sono impaziente di parlarvi di questo anime!

nel piattino abbiamo: shounen  02 - malatamente otaku - 3 panino shounen e seinen sul blog letterario de le tazzine di yoko   commedia, sportivo, romantico

Yuri!!!! On Ice

TRAMA
Yuri Katsuki, pattinatore sul ghiaccio giapponese, fa una figura orribile alla finale del Gran Prix, a cui per sua ammissione era arrivato per miracolo. Torna in patria scoraggiato e incerto se continuare o meno a seguire il suo sogno. Arrivato a casa però succede una cosa inaspettata: il ragazzo viene infatti filmato e caricato su internet mentre esegue alla perfezione la coreografia che Viktor Nikiforov, il suo idolo nonché indiscusso campione di pattinaggio, aveva portato proprio a quel Gran Prix! Il video fa il giro del web e diventata tanto popolare che perfino Viktor finisce per vederlo e così, senza sapere bene come Yuri si ritrova Viktor a casa sua che si propone di fargli da coach! Che il sogno di Yuri possa avverarsi?
Ma le cose purtroppo non sono mai così semplici e in giappone arriva di corsa il giovanissimo Yuri Plisetsky, promessa russa del pattinaggio, deciso a riprendersi Viktor…


Direttamente nei miei preferiti, cinque tazzine tonde tonde! Amore profondo e totale che vive di dj in attesa della seconda serie.
tazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzina miki uptazzina miki up

Yuri!!!On ice è uno dei tanti anime sportivi che si approcciano al pubblico, tranne per alcune piccole, grandi particolarità che hanno fatto di quest’anime qualcosa che “farà la storia”.

Prima di tutto la opening: bellissima da vedere e da ascoltare, belle le parole, bella la musica…. bello praticamente tutto.  History Maker di  Dean Fujioka è una canzone che non può non piacere, credo che sia stata votata come miglior sigla di un anime giapponese sul web, ma non ricordo il sito (era dove si guardavano gli episodi in giapponese, abbiate pietà di me).

Poi i personaggi!!! I personaggi! Come si fa a non amare i personaggi?????
Yuri è meraviglioso! Semplicemente perfetto e sapete perchè? Perchè è assolutamente e totalmente umano. Finalmente un personaggio che ti compare davanti e dici “okay, ci sta”. Yuri è così. Non ha un talento straordinario, le cose non gli riescono per magia subito bene, non è insomma il classico personaggio di questo tipo di serie, che sembra nato con in mano gli strumenti per praticare lo sport di turno e che sarebbe già diventato il campione mondiale, vinto le olimpiadi 20 volte e i mondiali 60, non fosse che qualcosa si è messo in mezzo. Qualunque cosa.
No, qui abbiamo Yuri Katsuki, pattinatore giapponese talentuoso certo, ma in maniera abbastanza normale, che sputa sangue negli allenamenti per riuscire a fare bene i quadrupli, che si impegna, che fa del suo meglio, ma ha poca fiducia in se stesso e le sue insicurezze finiscono per forza di cose per farlo soffrire e commettere errori. Per di più ha pure un metabolismo del cavolo…. insomma, dai, è uno di noi!
Io ho apprezzato immensamente la caratterizzazione di questo protagonista, il suo essere così vero… Ho amato Yuri e l’ho amato ancora di più quando è arrivato Viktor.

Viktor Nikiforov è il classico personaggio per cui la maggior parte delle ragazze perde la testa: affascinante, misterioso, seducente e al tempo stesso talmente rilassato e aperto da risultare totalmente accessibile. Questo se si pensa che Viktor è praticamente il re del ghiaccio risulta ancora più attraente. Viktor è un personaggio divertente… ma è anche il centro di tutte le domande che ti poni. Perché è andato da Yuri? Perché vuole fargli da coach? Cosa prova veramente per lui? Quando le risposte arrivano il tuo cuore ormai è già a un livello liquido e informe e dice che ama Viktor e certo ama anche Yuri, essenzialmente ama la Vikturi, perchè tutti, anche chi finge il contrario, ama la Vikturi!

Infine abbiamo Yurio, cioè Yuri Plisetsky. Yurio è il classico personaggio tsundere (cioè un persona che si comporta da cattivo, ma in realtà è buono) e con quello non sbagliano mai, perchè è una tipologia di personaggio che piace sempre. Dotato di un talento incredibile, sembra quasi essere contrapposto a Yuri, dato che dalla serie viene fuori che il suo talento l’ha reso tanto arrogante da fargli allegramente saltare gli allenamenti. Yurio è in realtà un tesoro, anche se ha una boccaccia e si comporta sempre in modo aggressivo, sa essere dolce, tiene immensamente a suo nonno… ed è un tesoro, lo è davvero.

Ci sono ovviamente moltissimi altri personaggi secondari, meravigliosi e che meriterebbero spazio e approfondimento, ma parlarne renderebbe questo articolo più simile a un poema che a un post, quindi purtroppo, con la morte nel cuore, mi concentro su questi tre personaggi e basta.

Ho apprezzato moltissimo il modo in cui l’incontro di questi tre li abbia cambiati, tutti e tre.
Yrui è un personaggio profondamente insicuro e spesso ansioso, probabilmente perchè quando va sulla pista di pattinaggio lui è da solo davanti a una miriade di persone e Viktor cambia in qualche modo questa cosa.  Lo vedi subito dallo short (i programmi di pattinaggio artistico su ghiaccio nelle competizioni sono due: lo short program e il free program) il cui intento di Yuri è di fatto sedurre Viktor (lo capirete se lo guarderete). L’amore e il supporto di Viktor cambiano Yuri moltissimo, tanto che alla fine della serie a me ha dato questa sensazione, questo messaggio, che lui non era da solo sul ghiaccio perchè non pattinava più solo per se stesso.
Viktor invece parla di “love” e “life” alla fine della serie, le sue due “L” che ha trovato in Yuri ed è tutto quello che voglio dire sul cambiamento di Viktor. Credo sia doveroso aggiungere però anche che, sebbene la relazione tra i due possa di fatto rientrare nel fan service, è assolutamente e totalmente reale ed è quella che porterà a gridare più volte durante la serie e forse forse anche a piangere. Non aspettatevi però grandi dichiarazioni, non sono la classica coppia, non abbiamo grandi dichiarazioni d’amore, la loro è quel genere di coppia che più che alla forma si basa sulla sostanza. I gesti, le azioni…. contano più di mille ti amo detti a mezza voce o gridati in mezzo alla folla.
Yurio cambia molto dall’incontro con Yuri, perde un po’ della sua arroganza e inizia a prendere più sul serio gli allenamenti. Viktor stesso alla fine nota che Yurio non sarebbe mai migliorato così tanto se lui fosse rimasto in Russia a fargli da coach. Ho amato molto il legame che si instaura tra loro tre, tanto che finiscono per incoraggiarsi sempre a vicenda… con effetti particolari.

La storia non brilla forse per originalità, lo ammetto (e molti altri fanno altrettanto): un atleta si innamora, ricambiato, del suo coach e grazie a lui arriva in finale… sicuramente già visto.
A dare ricchezza a tutta la storia sono i personaggi, con la loro caratterizzazione, il loro legame e i sentimenti che vogliono esprimere…. sono le emozioni che Yuri!!!On ice sa farti provare trasmettendole direttamente al tuo cuore ed è come una danza, sulle lame, gira e rigira e il tuo cuore batte all’impazzata… ed è questo che Yuri!!!On ice è per me. E’ più del vincere il Gran Prix, la medaglia d’oro, più che fare il tifo per la competizione o più della semplice storia tra i personaggi, è lì’emozione incredibilmente autentica che riesce a lasciarti.

Insomma, riassumendo: è bellissimo, lo amo, guardatelo.
Potevo scriverlo dall’inizio, vero? XD

Share this article

6 Comments

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *