Recensione a “Scarlet” di Marissa Meyer

Buonpomeriggio cuplovers!
Oggi vi parlo di “Scarlet” di Marissa Meyer, il secondo volume delle Cronache Lunari.
Siete pronti a tornare nel mondo creato da Marissa Meyer, scoprire la sorte di Cinder e fare la conoscenza di una nuova protagonista?

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko /fantascienza 01 - compulsivamente lettrice - 1 bastoncino fantascienza sul blog letterario de le tazzine di yoko

Scarlet

(Scarlet)
Marissa Meyer
Edito da Mondadori Chrysalide (30 aprile 2013)
Pagine 428
€ 17,00 cartaceo – € 4,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto cartaceo
link diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Anno 126, Terza Era. Androidi e umani popolano le strade di Nuova Pechino, sotto lo sguardo implacabile degli abitanti della Luna. Cinder, giovane cyborg e legittima erede al trono lunare, evade dalla prigione in cui è stata rinchiusa per partire alla volta di Parigi, alla ricerca della donna che in passato l’ha nascosta dalla malvagia Regina Levana. Il suo destino si intreccia a quello di Scarlet, giovane contadina francese costretta ad abbandonare la sua fattoria per ritrovare la nonna, scomparsa senza lasciare traccia. Insieme, con l’aiuto dell’ambiguo Wolf, esperto di combattimenti clandestini, e dell’affascinante cadetto Carswell Thorne, Scarlet e Cinder scopriranno di dover combattere un nemico comune: la Regina Levana, pronta a scatenare la guerra per indurre il principe Kai a sposarla e affermare la supremazia dei Lunari sulla Terra. Vigilata da una luna ostile e minacciosa, Scarlet, moderna Cappuccetto Rosso, dovrà attraversare una città insidiosa come il profondo del bosco, e scoprire se dietro il conturbante Wolf si nasconde un alleato… o un predatore.

RECENSIONE DI STREGA DEL CREPUSCOLO
Una bella lettura, quattro tazzine tonde tonde
tazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaDOWN

Dopo aver letto Cinder ero curiosa di leggere il secondo romanzo della saga e scoprire il destino della principessa Selene e del principe Kai. Questo secondo volume è più ricco di azione, vedremo le forze della terribile Regina Levana all’opera, seguiremo i passi di Cinder alla ricerca del suo passato e faremo la conoscenza di Scarlet, moderna Cappuccetto Rosso, alla ricerca di sua nonna.
Cinder e Scarlet sono entrambe protagoniste di questo secondo volume che, a capitoli alterni, ci narra le vicissitudini delle due ragazze.

La storia si apre con la scomparsa dell’amata nonna di Scarlet, la ragazza è disperata perché nessuno in città sembra disposto ad aiutarla. Sua nonna è considerata da tutti una donna bizzarra e nessuno si preoccupa per lei, convinti che si tratti solo dell’ennesima bizzarria. Ben presto la strada di Scarlet incrocia quella di Wolf, un lottatore di poche parole in fuga dalla sua vecchia vita e desideroso di trovare un lavoro normale.
A dare il via all’avventura di Scarlet ci pensa il ritorno improvviso del padre. L’uomo ha abbandonato la figlia e la madre anni prima, scomparendo nel nulla. Fin dalla sua prima apparizione mi è parso un uomo debole e disperato: chi lo ha torturato? Che cosa sta cercando con tanto accanimento? Qualcuno ha rapito la nonna di Scarlet per via di un segreto gelosamente custodito: com’è possibile che la ragazza non ne sappia nulla?
Il rapporto tra nonna e nipote è molto forte, la donna ha cresciuto Scarlet da sola, nell’isolamento della campagna, è sempre stata l’unico punto fermo nell’esistenza della ragazza e tra di loro non ci sono mai stati segreti… o, almeno, Scarlet ne era convinta. Ma, più Scarlet scaverà nel passato della donna, più si renderà conto che la nonna le ha nascosto moltissime cose.

A capitoli alterni ritroviamo Cinder intenta a fuggire dalla prigione dove il suo amato Kai l’ha fatta rinchiudere. Per sua fortuna sulla sua strada incontrerà l’affascinante e brillante Capitano Thorne, uomo dalle mille risorse che accompagnerà Cinder nella sua fuga e la aiuterà più di una volta. Thorne si è rivelato un personaggio simpatico, carismatico e pieno di risorse. Mi piace davvero molto.
Nel mentre, a palazzo, il principe Kai… non fa nulla di utile. Nonostante nel primo volume Kai non mi fosse dispiaciuto, ho cambiato opinione su di lui. Kai si ritrova dilaniato tra il suo dovere di re e il suo amore per Cinder. La Regina Levana vuole che Cinder sia catturata e consegnata a lei, altrimenti attaccherà la terra. Senza contare che la donna possiede l’unico farmaco in grado di curare la letumosi, la terribile malattia che sta decimando la popolazione della terra. Da un lato, Kai vorrebbe proteggere Cinder, dall’altro consegnarla a Levana potrebbe essere l’unico modo per salvare il suo regno dalla distruzione. Così se, da un lato, ordina ai suoi soldati di catturarla, dall’altro spera che lei riesca a fuggire.
Quello che mi irrita di Kai è la sua completa mancanza di spina dorsale. All’inizio sembra intenzionato a non soccombere a Levana ma non prova nemmeno a combatterla. Certo, i lunari sono innaturalmente forti, sono dotati di poteri che i terrestri non hanno, ma lui non prova nemmeno a combattere. Non si è mai chiesto se esiste qualcuno immune ai poteri dei lunari, non ha mai pensato anche solo di tentare di scoprire dove si trovano i laboratori lunari per rubare il farmaco per la Letumosi, nonostante la tecnologia terrestre sia così avanzata, non hanno mai pensato di provare a creare uno scudo o un qualsiasi strumento per contrastare i poteri dei lunari. In Kai vedo solo rassegnazione all’inevitabile resa della Terra certo, gli attacchi dei lunari sono stati brutali e hanno generato terrore e disperazione ma arrendersi non è la scelta giusta.  In tutto questo, Kai non è nemmeno stato sfiorato dalla possibilità che Cinder sia la principessa Selene. Per quale altro motivo Levana dovrebbe accanirsi a tal punto contro una semplice lunare? Solo per un commento inopportuno? Credo che sarebbe troppo, perfino per Levana. Peccato che il nostro principe non è molto scaltro e, quindi, non è nemmeno sfiorato dal sospetto.

Nel corso della lettura avrei voluto più volte fermare Scarlet per impedirle di finire in trappola, per costringerla a riflettere… La ragazza è disperata per il rapimento della nonna ed è disposta a tutto per salvarla, peccato che la sua soluzione sia buttarsi a capofitto nel pericolo. Riuscirà a salvare l’amata nonna o finirà solo nei guai? Può davvero fidarsi di Wolf e dell’attrazione che entrambi provano l’uno per l’altra?

Un romanzo ricco d’azione, tra fughe disperate, battaglie, misteri da svelare e un pizzico di romanticismo, le strade di Cinder e di Scarlet finiranno per incrociarsi e le due ragazze scopriranno che le loro storie si sono già incrociate.

ATTENZIONE, DA QUI SONO PRESENTI SUL FINALE spoiler

Sinceramente… lo sapevo che Wolf avrebbe tradito Scarlet. L’affascinante Wolf non è altro che un lunare, un membro delle Operazioni Speciali Lunari agli ordini di Levana ma, altrettanto ovviamente, alla fine sceglierà l’amore per Scarlet e la salverà da morte certa. Grazie a Wolf, Scarlet riesce a uscire dalla sua cella e a trovare sua nonna. Purtroppo è tardi, la donna è in condizioni troppo gravi e userà le sue ultime parole per salvare la vita all’amata nipote.
Mi sarebbe piaciuto scoprire più cose su Michelle Benoit, sul suo viaggio sulla luna e sul nonno di Scarlet, e soprattutto, capire perché la donna accettò di nascondere Cinder. Il romanzo si chiude con una Cinder più consapevole dei suoi desideri e, per la prima volta, con un piano concreto per riprendersi il suo trono e sconfiggere Levana: riuscirà a metterlo in pratica? Troverà delle persone pronte a lottare con lei?
La strada per conquistare il trono che le spetta di diritto è piena di pericoli e difficoltà ma adesso Cinder non è più sola.

Una bella lettura, scorrevole e avvincente che si distacca molto dalla favola originale pur mantenendone gli elementi principali.

Lunar Chronicles (Cronache Lunari)

  1. Cinder (Cinder)
  2. Scarlet (Scarlet)
  3. Cress (Cress)
  4. Winter (Winter)
7 commenti
  1. Il più bello dei tre che ho letto finora

  2. Mi è piaciuto molto, più del primo, anche come coppia l’ho preferita.
    Certo della favola originale ci ho trovato poco, ma non mi dispiaciuto come rifacimento.

    • strega del crepuscolo (Chiari)

      Effettivamente della favola originale ha davvero poco!

  3. Ok, ammetto il motivo maggiore per cui amo questo secondo volume è il Capitano Thorne xD
    Quanto lo adoro! ♡.♡
    La storia di Scarlet alla ricerca di sua nonna ed il modo in cui alla fine il tutto si è ricollegato alla storia di Cinder mi ha molto intrigato 😀

  4. a me Kai non ha dato la stessa tua impressione ma sul resto concordo con te. E non vedo l’ora di proseguire la lettura. Piacerebbe anche a me saperne di più sulla nonna, sul periodo in cui ha tenuto la principessa nascosta e anche i suoi viaggi prima

    • strega del crepuscolo (Chiari)

      Purtroppo, Kai mi ha dato proprio questa sensazione, vorrei vederlo fare qualcosa di più concreto magari nel terzo libro mi stupirà… vedremo!

      Magari qualche mistero sulla nonna verrà svelato più avanti! ^_^

Scrivi un commento

porta le tazzine nel tuo blog/sito

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 1 cuore

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 2 stella

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 3 cerchio

guarda il codice

logo LE TAZZINE DI YOKO verde logo LE TAZZINE DI YOKO giallo logo LE TAZZINE DI YOKO arancio logo LE TAZZINE DI YOKO nero
logo LE TAZZINE DI YOKO fuxia logo LE TAZZINE DI YOKO viola logo LE TAZZINE DI YOKO azzurro logo LE TAZZINE DI YOKO rosso

guarda il codice

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le amiche tazzine