Le uscite interessanti di ieri =)

i like it sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica anteprime

Buon pomeriggio cucchini, ieri avevamo così tante cose da fare che non siamo riuscite a segnalarvi le tante uscite della giornata. Rimediamo oggi… e tenetevi pronti, perchè il prossimo mese sarà costellato da tantissime uscite interessanti *-* dal nuovo libro di Patrignani a quello della Morgan!

Vi è piaciuto Disconnect della Soragni?
L’autrce torna con un secondo libro dedicato a Luke e Hayley, con avvenimenti a più di dieci anni di distanza da quelli del primo romanzo.

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / new adult 01 - compulsivamente lettrice - 10 biscotto new adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Disconnect 2

Ilaria Soragni
Edito da Leggereditore
€ 4,99 ebook (18 maggio 2017)
€ 19,90 cartaceo (1 giugno 2017)
amzn-amazon-stock-logolink all’acquisto cartaceo
link all’acquisto dell’ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Sono passati undici anni da quando Hayley ha lasciato Baltimora. Adesso vive a Londra e lavora in un bar del centro insieme a Jackson, il ragazzo che l’ha aiutata fin dal primo giorno e che è diventato il suo migliore amico. Hayley cerca di affogare i ricordi nella nebbia, nel grigio del cielo, ma le sembra sempre difficile. I pensieri continuano ad affollarle la testa e le notti le lasciano spesso in dono due occhiaie scure. Luke non l’abbandona. E un giorno compare in carne e ossa: si è trasferito a Londra per cercarla e finalmente l’ha trovata. Così Hayley viene travolta nuovamente dalle emozioni e dalle sofferenze che sperava di aver lasciato in America, fino a decidere di tornare a Baltimora insieme a Luke, convinta che affrontare il passato sia l’unico modo per vivere davvero il presente. Ritroverà tutti quelli che aveva lasciato, cresciuti e più maturi ma con ancora impressa nella memoria la morte di Ryan, l’evento che ha segnato nel profondo le loro anime cambiandoli per sempre. Cosa succederà ora che il gruppo è di nuovo unito? Riusciranno a superare il passato che li lega, le colpe e i rancori, per costruire il futuro?

Un nuovo capitolo della serie Babylon’s Ashes è uscito ieri, se non avete ancora i libri precedenti c’è un super sconto sugli ebook della saga!
nel piattino abbiamo: fantascienza 01 - compulsivamente lettrice - 1 bastoncino fantascienza sul blog letterario de le tazzine di yoko

Babylon’s Ashes. Il destino

James S. A. Corey
Edito da Fanucci
Pagine 503
€ 4,99 ebook (18 maggio 2017)
€ 19,00 cartaceo (1 giugno 2017)
amzn-amazon-stock-logolink all’acquisto cartaceo
link all’acquisto dell’ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Le navi militari della Marina Libera hanno messo in ginocchio la Terra, dando inizio a una campagna di pirateria e violenze che coinvolge i pianeti esterni. Le navi dei coloni, dirette verso le migliaia di nuovi mondi al lato opposto dell’anello dei portali, sono facili prede e nessuna marina, da sola, è in grado di proteggerle. James Holden e la flotta della Rocinante conoscono meglio di chiunque altro i punti di forza e le debolezze di questo gruppo ribelle. Per questo motivo, ciò che resta della vecchia forza politica ormai sotto attacco si riunisce in una comune task force e chiede loro di intraprendere un’ardua missione per raggiungere la Stazione di Medina, nel cuore della rete dei portali. Ma le nuove alleanze sembrano essere più deboli delle antiche e la lotta per il potere è appena iniziata. In un clima di crescente disordine, una misteriosa forza aliena sta accrescendo i propri poteri e flotte pirata, ammutinamenti e tradimenti potrebbero rivelarsi un problema minore per la Rocinante. Nei misteriosi spazi oltre l’anello dei portali, le scelte di pochi, oltraggiati e disperati, potrebbero determinare il destino dell’intera umanità. Una rivoluzione iniziata col fuoco terminerà nel sangue… Il sesto avvincente capitolo della serie The Expanse.

Una bugia può cambiare per sempre la tua vita? E’ su questa domanda che si basa il new adult che ha vinto il concorso della Newton Compton Il mio esordio, tra segreti non detti e scelte in grado di cambiare la vita si intravede un romanzo dall’aria interessante .
nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / new adult 01 - compulsivamente lettrice - 10 biscotto new adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

La libreria degli amori impossibili

Elisabetta Lugli
Edito da Newton Compton Editori (18 maggio 2017)
Pagine 248
€ 4,90 ebook – € 9,90 cartaceo
amzn-amazon-stock-logolink all’acquisto cartaceo
link all’acquisto dell’ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Anna vive a Torino e lavora alla Stella Polare, una libreria che offre ai suoi lettori una scelta di libri ricercati e raffinati. Quel posto le piace, nonostante le stranezze di Adele, la ricca proprietaria dal carattere brusco, a volte quasi ostile. Per il resto, la vita di Anna si divide tra una stramba famiglia, amiche eccentriche e una storia d’amore che non è mai davvero decollata. La sua routine s’interrompe quando, una mattina, legge sul giornale locale che Claudia, la sua migliore amica ai tempi dell’università, che non vede da molti anni, ha avuto un incidente. Combattuta sul da farsi, decide alla fine di andare a trovarla, non sospettando che quell’incontro possa cambiare la sua vita…
Anna torna in libreria letteralmente sconvolta: tanti anni fa Claudia le ha mentito, Claudia l’ha indotta a lasciare Luca, il suo primo grande amore, Claudia ha condizionato le sue scelte. Le domande sul passato si affollano nella mente di Anna, tutte senza risposta. O almeno così sembra. Perché Anna non sa ancora che il destino sta per giocarle un altro scherzo. Qualcuno, proprio quel giorno, entra alla Stella Polare…
Il destino può regalare due volte la magia del primo amore.

Dopo “Life is love” e “Love is forever” ieri è uscito il terzo libro della serie Hearts della Contreras su Jensen e Mia 😉 state seguendo questa serie?
nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / new adult 01 - compulsivamente lettrice - 10 biscotto new adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Love for Love

Hearts Series Vol. 3
Claire Contreras
Edito da Newton Compton (18 maggio 2017)
Pagine 317
€ 4,99 ebook – € 9,90 cartaceo
amzn-amazon-stock-logolink all’acquisto cartaceo
link all’acquisto dell’ebook

TRAMA DELL’EDITORE
C’è stato un tempo in cui Jensen e Mia erano inseparabili. Poi le cose sono cambiate. Jensen sa che è colpa sua, sa di aver perso Mia. No, non l’ha persa. In realtà l’ha gettata via. Lei era la sua migliore amica, la sua musa ispiratrice, l’unica che credesse in lui Sa di averle spezzato il cuore, ma all’epoca pensava di non aver altra scelta. Ora, a distanza di anni, lui e Mia si sono ritrovati a lavorare insieme e averla davanti ogni giorno gli ricorda il motivo per cui ha perso la testa per lei. Questa volta, però, Jensen non commetterà errori: ha intenzione di fare tutto quello che è in suo potere per non lasciarla andare.

Vi ispirano? A me molto 🙂

Oltre a questi è uscita anche la nuova edizione di due libri della serie dei Drenai di Gemmell e alcuni altri titoli che potrebbero stuzzicare il vostro interessare:


[cliccate sulle cover per leggere la trama 😉 ]

Recensione a “Fear Me” di B.B. Reid

Buonpomeriggio cucchiaini 🙂 è con piacere che oggi vi presento la recensione di “Fear Me” fatta da Stella Nera, una nuova zolletta che da oggi farà parte del nostro staff. Ci è sembrata da subito un tipo esuberante e vulcanico, una divoratrice di libri come noi. Legge moltissimo in lingua e vi potrà proporre titoli inediti come quello di cui vi andrà a parlare oggi: “Fear Me” di B.B. Reid è la prima parte di un racconto new adult in due volumi (il secondo è “Fear You”).

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / new adult 01 - compulsivamente lettrice - 10 biscotto new adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Fear Me

**inedito in Italia**
B.B. Reid
Edito da Bebe’s Reads LLC (26 gennaio 2015)
Pagine 484
€ 14,19 cartaceo – € 2,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto cartaceo
link diretto all’acquisto ebook

TRAMA TRADOTTA DA STELLA NERA
Non credo nelle favole e nel principe azzurro, io credo nella paura.

Lui mi ha insegnato ad aver paura. La prima volta ci siamo incontrati in un campo giochi per bambini, in una splendida giornata estiva. E’ stata la prima volta che lui mi ha fatto del male, ma non sarebbe stata l’ultima. Per dieci anni sarebbe stato il mio tormentatore e io il suo frutto proibito. Ma ad un certo punto è andato via e io ho continuato ad aver paura, adesso è tornato e vuole più delle mie lacrime. Vedi lui pensa che io lo abbia costretto ad andare via, così adesso vuole la vendetta. E sa come ottenerla.

RECENSIONE DI STELLA NERA
Direttamente nei miei preferiti… cinque tazzine tondissime

La prima volta che ho letto Fear Me è stato per caso. Cercavo disperatamente, come al solito, un volume da divorare e nel mio navigare tra le recensioni di un libro, di cui non ricordo neanche il titolo, una lettrice suggeriva di leggere questo volume. La storia era quella che cercavo, un po’ di amore ed odio condita dall’inevitabile fuoco della passione.

Il racconto (di cui Fear Me narra la prima parte) si concentra su un lasso temporale di pochi mesi dopo il ritorno dal carcere di Keiran, il nostro protagonista maschile, e della sua ricerca di vendetta su Lake, la nostra protagonista femminile, e poi del conseguente e inevitabile confrontarsi con l’amore che apparentemente è stato sempre lì per anni.
Cosa mi è piaciuto maggiormente è stato il protagonista maschile, un uomo-ragazzo che sembra uscito da un racconto distopico dove gli esseri umani perdono tutta la capacità empatica e si trasformano in crudeli robot; lui: ricco, con un trascorso da bambino soldato, e con numerosi omicidi alle spalle, riesce a pensare a vendette di stampo mafioso, a farti credere di essere quasi dotato di super poteri per la paura che infligge agli altri e la poca paura che ha degli altri.
Keiran Masters non ti perdona e non ha pietà, ha un’unica debolezza, la sua ossessione: Lake, bambina-ragazza-giovane donna di cui per dieci anni non riesce a fare a meno, che non riesce a non torturare, ad odiare, eppure neanche a farne a meno, di cui è possessivo al limite della follia.
Lake dall’altra parte mantiene fede al proprio nome. Si presenta come una bambina prima, ragazza poi, forte e placida, tranquilla, di una bellezza eterea, sempre pronta a fare quello che è giusto. Per questo suo bisogno si troverà a confrontarsi sin da piccola con Keiran che invece, per sua stessa ammissione, non crede negli eroi. Dopo la lettura e dopo aver scoperto il suo trascorso e l’orribile infanzia, non sarà difficile capire il perché.

I due bambini si scontrano e si incontrano in un momento in cui hanno bisogno l’uno dell’altra per dare corpo al proprio dolore o al proprio odio, lei infatti in quei giorni scopre che i genitori sono spariti, lui invece era appena tornato dalla prigionia/prigione degli orrori. L’unica pecca è che per tutto il libro non si saprà mai perché i genitori di Lake non ci sono più e solo alla fine ci viene detto che sono stati assassinati, ma di nuovo senza spiegare perché o dire da chi.
Il libro parte dieci anni dopo il loro primo incontro, al momento del ritorno in città di Keiran, arrestato per possesso di droga. Lui crederà per buona parte del racconto che sia stata lei a incastrarlo mettendo della droga nel suo armadietto e questo fatto scatenante porterà ad un cambiamento nel loro rapporto.
Keiran decide di prendersi quello che ormai da anni desidera e decide di portare Lake nel suo mondo fatto di violenza e dolore, vuole rubarle e distruggere l’unica cosa che l’ha sempre resa inavvicinabile e migliore di lui: la sua innocenza. Ma Lake, da sempre innamorata del suo demone tormentatore, combatterà un’altra battaglia. Sprofondando nel mondo di Keiran cercherà disperatamente le cause che lo hanno reso quello che è e la cura per salvarlo da se stesso e dal suo passato, combattendo continuamente una battaglia personale per restare in vita e rimanere fedele a se stessa.
Alla fine Lake scoprirà dentro di sé carattere e un lato oscuro insospettabile, mentre Keiran scoprirà l’esistenza dell’amore.

La costruzione è mirabile, con diversi flashback che raccontano gli incontri passati dei due protagonisti, e la grande lealtà che gli amici dimostrano in questo testo è un altro punto di forza. Se lui odia lo fa completamente, ma se diventi suo amico nulla lo sposta dal tuo fianco e nessuno sposta te dal suo. Questa assolutezza verrà dimostrata anche dopo, nei confronti della passione per Lake, che lo renderà un drogato incapace di smettere di vivere di lei.
Lake, testarda come pochi, continua a cercare di scoprire qualcosa del suo passato, e insieme combatteranno contro gli incubi di lui che ritornano sotto forma di persone che credeva sparite per sempre. Il finale ti lascia in sospeso, io ho comprato il secondo volume in prevendita, per evitare di perdere un solo minuto.
Volete sapere altro? Leggetelo assolutamente. Questo è un volume che raccomando a mille, e che spero venga presto tradotto anche in italiano.

serie Broken Love

  1. Fear Me
  2. Fear You
  3. Fear Us _sul fratello di Keiran e della sua ragazza

Anche quest’anno saremo al Salone del libro Torino insieme al SEU =)

Buongiorno cucchiaini ^_^
in quanti di voi andranno al Salone del libro di Torino quest’anno??
Ovviamente anche noi non potevamo mancare a questo succoso appuntamento per tutti gli amanti della lettura e come l’anno scorso saremo in compagnia degli scrittori dell’Associazione SEU.

Saremo in giro per gli stand tutta domenica e dalle 16 alle 17 ci troverete fisse allo stand SEU [ stand Q10 padiglione 3 ], Associazione Scrittori Emergenti Uniti a cui ci siamo associate per “portare” al Salone del libro la nostra antologia “Destini Incrociati”, frutto della prima edizione del nostro concorso Emozioni in tazza (purtroppo causa problemi personali la seconda antologia ha avuto uno stop, ma la pubblicheremo molto presto! Stay tuned  🙂 ).muchup tankdel blog canotta
Ci potrete riconoscere a occhi chiusi perchè già l’anno scorso abbiamo fatto stampare un bel po’ di canotte con il nostro logo e il nostro motto “BOOKS and a cup of tea… what else?” e gireremo con quelle indosso per tutto il giorno xD – scappate genteee – canotte che potrete anche acquistare a € 9.90 dallo stand SEU insieme alla nostra antologia in occasione fiera a € 10! Ma passate anche se non comprate niente, venite a salutarci!!!! Ci fa piacere conoscere i nostri followers 🙂

Siamo state accolte all’associazione SEU a braccia aperte, trovando persone carinissime e tantissimi autori interessanti di cui troverete i libri se passerete allo stand. QUI potete visionare il catalogo con le opere presenti. Ci fa piacere lasciarvi l’elenco degli incontri organizzani per il Salone e gli orari in cui potrete trovare i vari autori presenti, magari anche per farvi autografare un libro… perchè no?

Giovedì 18 dalle ore 14,30 alle 15,30 nello Spazio Incontri si terrà l’evento Storie senza compromessi, una staffetta multi-talent condotta dalla presidente Laura Santella. Presentano le loro opere i seguenti autori: Manuela Chiarottino con “Un amore a cinque stelle” (Romance), Elisa Rolfo con “Displaced” (Narrativa), Elena Genero Santoro con “Il tesoro dentro” (Giallo psicologico), Eva dal Rey con “Come una crisalide” (Romance contemporaneo) e Tina Caramanico con “I poeti non servono a niente” (Raccolta di poesie).

Venerdì 19 dalle ore 17 alle 19 all’8 Gallery Atrio Ristorazione si terrà la presentazione della serie “Rebecca Town” di Manuela Siciliani e intervista alla presidente Laura Santella che parlerà dell’Associazione insieme alla vice-presidente e ad alcuni soci autori che collaborano nello staff.

destini incrociati libro - le tazzine di yokoDomenica 21 dalle ore 10,30 alle 11,30 presso l’Area Kids si terrà la presentazione del nuovo libro di Franca Turco “Lusinda e la candela incantata” (Fiaba illustrata per bambini).
Dalle ore 18,30 alle 19,30 presso la Sala Avorio invece si terrà la presentazione del nuovo libro “Così non vale” (Edizioni Della Goccia) di Claudio Secci ed Eva Muzzupappa, in un evento intitolato “Vivi responsabilmente”, condotto da Valentina Versino e incentrato sulla dipendenza dal gioco d’azzardo. Seguirà la presentazione del nuovo libro di Franca Turco “Lusinda e la candela incantata” (Fiaba illustrata per bambini).

Vi ricordiamo inoltre che questa sera alcuni autori saranno ospiti presso la Pizzeria Noè in Via Guala, 120. Dalle ore 20,00 in poi sarà possibile cenare e acquistare copie autografate dei seguenti autori: Manuela Chiarottino, Francesca Cuzzocrea, Eva Dal Rey, Alessandro Del Gaudio, Marco Doddis, Jessica Maccario, Pino Olivieri, Max Penna, Elisa Rolfo, Laura Santella, Elena Santoro, Claudio Secci, Manuela Siciliani, Franca Turco.

GIOVEDÌ
10:00-12:00 Laura Santella, Alessandro Del Gaudio, Jessica Maccario, Franca Turco
12:00-14:00 Manuela Siciliani, Tina Caramanico, Alessandra Pozzi
14:00-16:00 Manuela Siciliani, Monica Schianchi, Jessica Maccario, Alessandro Del Gaudio
16:00-18:00 Laura Santella, Tina Caramanico, Alessandra Pozzi, Manuela Chiarottino, Elena Genero Santoro, Elisa Rolfo
18:00-20:00 Laura Santella, Alessandra Pozzi, Massimo Procopio, Jessica Maccario

VENERDÌ
10:00-12:00 Laura Santella, Alessandra Pozzi, Jessica Maccario, Monica Schianchi
12:00-14:00 Franca Turco, Massimo Procopio, Manuela Siciliani
14:00-17:00 Franca Turco, Alessandra Pozzi, Alessandro Del Gaudio
17:00-19:00 Massimo Procopio, Alessandro Del Gaudio, Josephine Finocchiaro
19:00-20:00 Laura Santella, Monica Schianchi, Manuela Siciliani, Jessica Maccario, Franca Turco

SABATO
10:00-12:00 Franca Turco, Marta Tropeano, Elide Ceragioli Giuseppe Cuminatto, Alessandro Del Gaudio, Jessica Maccario
12:00-14:00 Franca Turco, Eufemia Griffo, Chiara Perina, Francesca Prandina
14:00-16:00 Franca Turco, Monica Schianchi, Barbara Barducco, Marco Bonini Mark Dom Bonaska, Josephine Finocchiaro
16:00-18:00 Manuela Siciliani, Giovanna Avignoni, Elena Quondamcarlo, Manuela Chiarottino
18:00-20:00 Manuela Siciliani, Cinzia Del Bigallo, Marco Doddis, Massimo Procopio

DOMENICA
10:00-12:00 Laura Santella, Elisa Rolfo, Elisa Eli Biffi, Cinzia Del Bigallo
12:00-14:00 Franca Turco, Eufemia Griffo, Chiara Perina, Simona Busto Ellinor Rainwater
14:00-16:00 Franca Turco, Massimo Procopio, Eufemia Griffo, Chiara Perina
16:00-18:00 Laura Santella, Elisa Rolfo, Yoko Manis, Manuela Chiarottino, Elide Ceragioli
18:00-20:00 Laura Santella, Alessandro Del Gaudio, Marco Doddis

LUNEDÌ
10:00-12:00 Laura Santella, Jessica Maccario
12:00-14:00 Jessica Maccario, Fabio Girometta
14:00-16:00 Jessica Maccario, Marco Doddis, Fabio Girometta
16:00-18:00 Jessica Maccario, Massimo Procopio, Francesca Cuzzocrea, Marco Doddis
18:00-20:00 Laura Santella, Massimo Procopio, Jessica Maccario, Francesca Cuzzocrea

Vi aspettiamo numerosi allo Stand Q10 – Padiglione 3! Mi raccomando 🙂

Blogtour Panorami d’inchiostro: le Quattro Terre

Buon giorno cuplovers!
Oggi, in occasione del maggio dei libri, ospitiamo una tappa del blogtour Panorami d’inchiostro. In ogni tappa del bt scoprirete mondi e paesaggi fantastici provenienti dalle pagine di meravigliosi romanzi. Sia che si tratti di paesaggi fantastici o di panorami realistici, magari riadattati prendendo spunto dal nostro passato, i libri sono sempre in grado di trasportarci in mondi magici.

Nella nostra tappa vi parlerò delle Quattro Terre, ovvero il mondo dove sono ambientate le vicende descritte nella saga di Shannara.

Le Quattro Terre sono ciò che rimane del nostro mondo dopo le Grandi Guerre che distrussero il mondo come noi lo conosciamo oggi. Ho sempre amato il mondo di Shannara e, libro dopo libro, i luoghi di questo mondo mi sono diventati famigliari dalla fortezza di Paranor alla Terrabuia.

Delle Terre del Nord ricordo il cupo Regno del Teschio, dove si estendeva il dominio del Signore degli Inganni (l’ex-druido Brona), e la montagna del Teschio, un tempo dimora di Brona fino a quando Shea Ohmsford (incredibilmente) lo distrusse usando il potere della Spada di Shannara. A ovest delle Terre del Nord ci sono i territori dei Troll, a volte nemici, altre alleati dei protagonisti ma sempre temibili.

Le Terre del Sud sono la patria del popolo degli Uomini. Nella parte più a nord si staglia la catena montuosa dei Denti del Drago, più volte raggiunta dai protagonisti dei vari libri nei loro viaggi, attraversata dal passo di Kennon conduce alle foreste sotto Paranor. Paranor è forse il luogo più misterioso e affascinante, a suo modo, delle Quattro Terre. Antica dimora dei Druidi è stata creata dalla magia, è stata nascosta e abitata da una magia letale a guardia dei suoi preziosi libri. La fortezza sembra quasi viva, a volte pericolosa, raramente benevola. Dimora di saggi druidi ma, allo stesso tempo, di Brona, il Signore degli Inganni.
Al fondo del versante sud dei monti scorre il fiume Mermidon che, dopo essere passato attorno alla Città della Frontiera, Kern, che fa parte del Regno di Callahorn assieme alle altre due Città della Frontiera Tyrsis e Varfleet, sfocia nell’enorme Lago Arcobaleno, così chiamato per i numerosi arcobaleni che solcano la sua superficie. Verso sud, si trovano la foce del fiume Rappahalladran e gli altipiani di Leah con l’omonima città, patria della famiglia Leah, una delle famiglie sempre protagoniste dei romanzi, se ve lo chiedete il mio preferito è Morgan Leah *_*. Verso sud dalla foce del fiume Rappahalladran, si trova Valle d’Ombra, con il villaggio di Valle d’Ombra da secoli casa della celebre famiglia Ohmsford. A est di Leah ci sono dei bei posticini le Pianure di Clete, le Querce Nere, (un posto che, davvero, non vi raccomando, una foresta così fitta da essere quasi impossibile uscirne infestata dai lupi), la Palude della Nebbia (un luogo orribile dove vive un terribile mostro) e le Pianure del Tumulo.
A est del Lago Arcobaleno scorre il Fiume Argento, controllato dal Re del Fiume Argento un potente spirito, presenza costante in ogni romanzo, protettore delle Quattro Terre che non manca mai di aiutare i protagonisti con i suoi consigli, se non lo vedo apparire almeno una volta non mi sembra nemmeno di leggere un libro di Shannara. A nord del Lago Arcobaleno si stagliano le montagne di Runne con la Valle d’Argilla, dimora dei Druidi defunti che si trovano nel Perno dell’Ade (tappa immancabile per un tour delle Quattro Terre anche se molto inquietante, specie quando bisogna evocare uno spettro), la Cripta dei re, dove riposano i sovrani del passato, e la cittadina di Storlock, dove vivono gli Gnomi Guaritori e dove in molti si sono recati per avere cure e aiuto. Andando più a sud di Valle d’Ombra, si trova la Catena del Prekkendor dove si sono dati battaglia le forze della Federazione e i Liberi. A sud del Prekkendor ci sono le grandi città della Federazione: Arishaig, Wayford, Stern e Dechtera dove Bremen forgiò la celebre Spada di Shannara.

Le Terre dell’Est sono abitate dagli Gnomi e dai Nani. Qui vivono molte mostruose creature nate dall’antica magia del vecchio Mondo di Faerie. A sud si trovano le foreste dell’Anar Inferiore. Andando verso nord ci sono la città di Cullhaven, capitale dei Nani, (chi ha letto i libri ricorderà come vivevano i poveri nani sotto il giogo della Federazione), le montagne del Wolfkstaag, abitate da creature mostruose (ormai avrete capito che è impossibile fare un tour delle Quattro Terre senza incontrare almeno un paio di creature mostruose e terrificanti) attraversate dal Passo del Cappio e dal Passo di Giada, l’Emporio Rooker Line, la Pietra del Focolare, dimora di mitico Cogline, di Kimber Boh e, in seguito, di Walker Boh uno dei miei personaggi preferiti della saga, il Chard Rush, dove morì Allanon lottando con una Jachyra una scena davvero commovente, il Lago dello Spettro, dove vive da millenni lo Spettro del Lago in grado di vedere il futuro è una creatura ingannevole di cui è bene non fidarsi, la Terrabuia, il Fiume Raab, l’Anar Superiore e le Montagne Charnal con il Villaggio di Rampling Steep. Seguendo verso nord il corso del Fiume Argento nella parte est delle Terre dell’Est si trovano il Cuneo, un ponte per attraversare un burrone al fondo del quale scorre il Fiume Argento, Capaal, una fortezza dei Nani, il Cillidellan, un lago artificiale con una diga che regola la portata del Fiume Argento, Dun Fee Aran, una prigione appartenente agli Gnomi, Graymark, una fortezza dove vivevano le Mortombre ai tempi di Brin e di Jair Ohmsford, la Sorgente del Cielo, una torre che porta ad una grotta dove nasce il Fiume Argento un luogo che va tenuto assolutamente incontaminato dal male se si vogliono tenere al sicuro le Quattro Terre, e la Vecchia Palude, dove abitano le Malebestie. Tra la parte est e quella ovest delle Terre dell’Est si innalzano le Montagne del Corvo, i Picchi e il Gruppo del Toffer. Quest’ultimo è la patria degli Gnomi-Ragno, creature davvero poco piacevoli e per nulla simpatiche. All’Estremo nord-est delle Terre dell’Est ci sono gli Aculei e l’oceano del Tiderace, con una penisola dove si trova la Città di Pietra Eldwist, ennesimo posto da non visitare almeno non quando vi dimorava Uhl Belk, il malvagio fratello del Re del Fiume Argento. Ricordo ancora adesso l’ansia che avevo per la sorte dei protagonisti con quell’orribile mostro che sbucava all’improvviso facendomi prendere degli infarti. Un posto cupo e pieno di pericoli fatto di pietra, deciso a divorare la natura circostante, la sua magia, infatti, tramutava tutto in pietra. Non proprio il luogo più ameno delle Quattro Terre.

Le Terre dell’Ovest sono le terre abitate dagli Elfi di Terra e del Cielo, ultimi discendenti della stirpe magica dei tempi delle fate nel mondo di Faerie (sarebbe bello se Brooks scrivesse un libro su di loro…) e dai malviventi della Malaterra. Qui troviamo lo Spartiacque Azzurro, una distesa d’acqua che si estende fin oltre l’orizzonte e che si trova sulle montagne che ospitano il villaggio di Wing Hove abitato dagli Elfi del Cielo e il lago Myrian. A nord-est c’è la pianura del Tirfing. La Malaterra (altro bel posticino, assolutamente da visitare durante il vostro tour guidato) si trova in una zona delimitata a sud dalle Montagne dell’Irrybis, a nord dalle Montagne dello Sperone Roccioso e a est dalla Lama Spettrale, un acquitrino che costituisce l’unico accesso via terra alla Malaterra. Nella Malaterra si trovano la Collina Sibilante, la Fossa, dove un tempo abitavano le Streghe sorelle Mallenroh e Morag (delle cattive di tutto rispetto), la Guglia Nera, una montagna dentro la quale si trova la Cripta con il Fuoco di Sangue, (ricordate quanto penarono Will e Amberle per arrivarci?) e il villaggio di Grimpen Ward abitato dai malviventi. Sulle Montagne dello Sperone Roccioso scorre il fiume Mermidon che passa attraverso il Baluardo, il Pykon e continua il suo corso verso est. A nord del Baluardo si trovano Acque Opache, Boschi Grigi e il fiume Rill Song, che nasce dal lago Innisbore e attraversa la pianura della Sarandanon. Il fiume scorre verso nord e arriva ad Arborlon, la capitale degli Elfi nella quale è custodita l’Ellcrys la pianta che regge il confine tra le Quattro Terre e il Divieto dove, secoli prima, sono stati imprigionati i demoni, il fiume prosegue verso poi verso le Montagne del Kensrowe che ospitano il Confine attraversato da alcuni passi che portano nelle Pianure di Cenere.

Spero che questo breve tour nelle Quattro Terre vi abbia riportato alla mente tanti bei ricordi, se avete letto i libri, o vi abbia incuriosito se non li avete letti.

Recensione a “Spada di Vetro” di Victoria Aveyard

Buonpomeriggio cuplovers!
Oggi vi parlo di “Spada di Vetro” di Victoria Aveyard, secondo libro della serie Red Queen iniziato con “Regina Rossa” di cui è da pochissimo uscito il terzo romanzo, “Gabbia del Re“.

Siete pronti a scoprire cosa il destino ha in serbo per Mare Barrow e i suoi amici?

nel piattino abbiamo: paranormal 01 - compulsivamente lettrice - 5 croassant paranormal sul blog letterario de le tazzine di yoko / love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yokodistopico 01 - compulsivamente lettrice - 2 lampone distopici sul blog letterario de le tazzine di yokoyoung adult 01 - compulsivamente lettrice - 9 biscotto young adult sul blog letterario de le tazzine di yoko

Spada di Vetro

(Glass Sword)
Victoria Aveyard
Edito da Mondadori -Chrysalide- (13 maggio 2016)
Pagine 423
€ 19,90 cartaceo – € 6,99 ebook
amzn-amazon-stock-logolink diretto all’acquisto cartaceo
link diretto all’acquisto ebook

TRAMA DELL’EDITORE
Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un’arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un’eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l’amico – che l’ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un’eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri.
Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere.
Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l’avranno indurita per sempre?
Nel secondo elettrizzante romanzo di Victoria Aveyard, la lotta dell’esercito ribelle contro un mondo ingiusto, dove è considerato normale segregare le persone in base al colore del loro sangue, costringerà Mare ad affrontare il lato oscuro che piano piano si è fatto largo nel suo animo.

RECENSIONE DI STREGA DEL CREPUSCOLO
Una bella lettura, quattro tazzine tonde tonde
tazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaUP_stregaDELcrepuscolotazzinaDOWN

Spada di Vetro si è rivelato un buon seguito, ho letto il romanzo con piacere e sono davvero curiosa di leggere il terzo libro perché questo volume si chiude con un cliffhanger che vi farà rimanere di stucco.

Cal e Mare sono sopravvissuti al tentativo di omicidio di Maven ed ora sono in fuga. Il tradimento di Maven ha lasciato profondi segni su entrambi i ragazzi. Cal ha perso tutto quello che aveva: la sua famiglia, il suo regno, il suo posto nel mondo e il suo scopo. Si sente tradito anche da Mare che, ricordiamolo, era disposta a farlo catturare da Maven quando credeva che il ragazzo fosse mosso da buone intenzioni. Mare e Cal si ritrovano tra i ribelli ma, anche tra di loro, Mare non viene accettata. Lei e Cal sono guardati con sospetto e il principe viene trattato alla stregua di un nemico e gettato in cella. Per i ribelli, Cal è una persona da temere e sconfiggere, non riescono a vederlo come una risorsa… hanno tra le loro mani la persona che conosce meglio l’esercito avversario, dotato, tra l’altro, di un potere stupefacente e, invece di farselo amico, lo trattano come un nemico.
Mare dovrà affrontare un’altra realtà: la vita a palazzo e il tradimento di Maven l’hanno cambiata, non è la ragazza che è partita da Palafitte e nessuno, né la sua famiglia, né gli amici sembrano accettarlo: è diventata più fredda, calcolatrice, concentrata sul suo obiettivo tanto da dedicare meno tempo alla famiglia. Ironia della sorte, le uniche due persone a conoscere la vera Mare sono proprio Cal e Maven.
Mare si aggrappa disperatamente alla missione che le ha affidato Julian: trovare i novisangue prima che lo faccia Maven, salvarli dalla morte, aiutarli a imparare a usare i loro poteri… e poi? Per buona parte del romanzo, Mare non sa bene cosa fare dopo, si concentra sulla missione che le ha dato Julian, ci si aggrappa come se fosse un appiglio in mezzo alla tempesta ma non ha un piano, non è un generale e nemmeno una stratega: è solo una ragazza e, com’è normale che sia, non sempre i suoi piani andranno a buon fine, non sempre riuscirà a salvare i novisangue dalle grinfie del Re.

Cal non sa più chi è, tutta la sua vita è andata in pezzi, è stato addestrato per essere un re, un guerriero e ora non sa proprio come essere qualcos’altro. Diventare un nuovo Cal, non più un principe, non un generale ma un ragazzo in fuga, braccato da un fratello che, fino a poco tempo fa, credeva amico.
Il rapporto tra Mare e Cal è… Complicato a dir poco. Da un lato, lui si sente tradito da lei mentre Mare prova sentimenti contrastanti per lui, lo ama, anche se lei non lo ammetterà mai e si chiede cosa sia meglio per lui, forse, il principe sarebbe più felice se lasciasse i ribelli ma, al momento propizio, quando Cal prova ad andarsene, Mare si rende conto di non essere abbastanza forte da lasciarlo andare. Se per Mare è difficile accettare quello che è successo per Cal è molto peggio perché dovrà rendersi conto che non farà più ritorno a casa. L’atteggiamento di Mare nei suoi confronti, a volte, è stato troppo duro. Cal è cresciuto e vissuto sempre a corte, è normale che consideri gli argentei “la sua gente”, non si può pretendere che, nel giro di pochi giorni, si affezioni a persone che, all’inizio, l’hanno imprigionato e trattato come un nemico.

La storia si concentra sul salvataggio dei novisangue, non sempre Mare riuscirà ad arrivare in tempo per salvarli e non tutti si uniranno volentieri alla sua causa. Maven non se ne starà con le mani in mano e, sui corpi dei novisangue morti, Mare comincia a trovare delle lettere, dei messaggi del nuovo re.
Benché il personaggio di Maven si veda poco, è sempre presente grazie a questi messaggi inquietanti, da cui si capisce che, in qualche modo, lui la rivuole al suo fianco, le scrive delle vere e proprie lettere, piene di minacce ma… è come se lui sentisse la sua mancanza. In un modo decisamente contorto credo che Maven ami Mare. Voleva strapparla al fratello per via dell’invidia che prova per lui, per la gelosia che ha sempre provato verso quel fratello perfetto ma c’è anche dell’altro, credo che, a modo suo, la ami, che gli piacesse averla al suo fianco.
Tra fughe disperate, assalti a prigioni inespugnabili, un Re disposto a tutto per ottenere quello che vuole e sentimenti tenuti nascosti, Spada di Vetro si è rivelata una bella lettura.
L’unica piccola pecca, a mio avviso, sono i tanti, troppi personaggi secondari che fanno la loro comparsa in questo secondo volume. Arrivata a fine libro mi sono accorta che, di alcuni, ricordavo davvero poco. Non sono caratterizzati in maniera approfondita, della loro vita sappiamo pochissimo, aiutano Mare nella sua lotta contro Maven ma non hanno avuto abbastanza spazio per conquistarmi. Avrei preferito meno personaggi nuovi ma più approfonditi.

Il finale è perfetto per instillare nel lettore il desiderio spasmodico di leggere l’ultimo volume. Mare è caduta nelle tenebre: riuscirà a risollevarsi?

“Maven ti vuole più di qualsiasi altra cosa al mondo.”

ATTENZIONE, DA QUI SONO PRESENTI SUL FINALE spoiler

Il legame tra Mare e Cal è qualcosa di profondo, macchiato dal tradimento, dai momenti terribili che hanno vissuto insieme eppure, proprio per questo, Cal è l’unico in grado di capire Mare e viceversa. La ragazza comprende la paura di Cal di perdere il controllo se mai si ritroverà di fronte Maven e il terrore che prova alla prospettiva di essere di nuovo manipolato da Elara, di non poter controllare il proprio corpo di essere costretto, di nuovo, a fare del male a quelli che ama: a Mare.
In fuga dalla prigione, Shade, l’amato fratello di Mare, rimane ucciso da un colpo destinato alla sorella. Mare ha un blackout e, al termine di esso, la ritroviamo al sicuro sull’aereo con il cadavere della regina Elara. Non ho apprezzato che non venga mostrata la morte di Elara, lo stratagemma del blackout non mi piace e spero che, nel terzo volume, capiremo com’è andata.
Cal accusa Mare di essere ancora aggrappata al ricordo di Maven, un ragazzo che non è mai esistito e di non saper amare: ed è vero. Dimenticarsi del ragazzo che credeva di conoscere non è facile. Mare ha chiuso il suo cuore, ha cercato di trasformarsi in una vera argentea per ottenere vendetta perché la Mare di un tempo non potrebbe mai vincere una guerra. Eppure, quando dovrà scegliere tra salvare se stessa o proteggere Cal, Kilorn e gli altri novisangue, Mare decide di sacrificarsi. Prigioniera di Maven, con un collare legato al collo, quale destino attende la Sparafulmini?

Con un finale simile, il desiderio di leggere il terzo libro è alle stelle!

Serie Red Queen

  1. Regina Rossa
  2. Spada di vetro
  3. Gabbia del re
Pagina 10 di 342« Prima...89101112...203040...Ultima »

porta le tazzine nel tuo blog/sito

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 1 cuore

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 2 stella

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 3 cerchio

guarda il codice

logo LE TAZZINE DI YOKO verde logo LE TAZZINE DI YOKO giallo logo LE TAZZINE DI YOKO arancio logo LE TAZZINE DI YOKO nero
logo LE TAZZINE DI YOKO fuxia logo LE TAZZINE DI YOKO viola logo LE TAZZINE DI YOKO azzurro logo LE TAZZINE DI YOKO rosso

guarda il codice

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le amiche tazzine