Archivio per la categoria vaneggiamenti

Il manico mancante #4: trova le lettere mancanti e indovina il titolo

Buon pomeriggio a tutti cucchiaini 🙂
eccoci a una nuova puntata de IL MANICO MANCANTE!
Il gioco è simile all’impiccato, dove dovrete indovinare il titolo del libro di cui noi vi daremo solo alcune lettere.
Siete pronti? Via!

Daremo un punto al primo che lo azzecca su una qualsiasi delle piattaforme dove lo abbiamo condiviso 😉 e a fine anno chi ne avrà accumulati di più dai diversi giochi riceverà un premio libroso (più info QUI).

Recensione a Emerald City stagione 1, ritorno ad Oz

my view of tea sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica telefilm

Buon giorno cuplovers, oggi torniamo a parlare di serie tv e lo facciamo alla grande con Emerald City!
Se amate la favola del Mago di Oz, se vi piacciono le serie fantasy con streghe, magia, intrighi e colpi di scena, non perdetevela. Unica pecca? A quanto pare non è stata rinnovata…

nel piattino abbiamo: love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / contemporaneo 01 - compulsivamente lettrice - 8 torta contemporanei sul blog letterario de le tazzine di yoko / fantasy classico 01 - compulsivamente lettrice - 3 torta fantasy sul blog letterario de le tazzine di yoko /

Emerald City 

CREATA DA Matthew Arnold e Josh Friedman
STAGIONI 1 -serie cancellata-

Il mio voto è di tazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolo

Emerald City è davvero una bella serie, ha tutti gli elementi che adoro in una serie tv e, sinceramente, proprio non mi spiego perché non sia stata rinnovata per una seconda stagione…
Emerald City è una rivisitazione del celeberrimo romanzo “Il Mago di Oz”, gli autori hanno mantenuto tutti gli elementi principali della favola e i personaggi che conosciamo fin dall’infanzia dando loro una veste e un aspetto inedito.
Emerald City è una favola cupa dove i personaggi sono tutti alla ricerca di qualcosa: che sia la loro vera identità, i loro ricordi o un modo per tornare a casa. Sui destini di tutti incombe il ritorno della “Beast Forever” la Bestia Eterna l’arrivo della quale getta un’ombra di paura sull’intera Oz.
Dorothy è una donna adulta fa un lavoro normale ed ha una vita tranquilla, almeno fino a quando si reca a fare una visita a domicilio a una paziente. Una volta arrivata a casa della donna scopre che quest’ultima è stata aggredita da qualcuno. All’ arrivo della polizia, l’agente pensa che Dorothy sia colpevole e le intima alzare le mani, intenzionato ad arrestarla, peccato che, poco prima, si sia scatenata una tempesta. Alla vista del ciclone, Dorothy riesce a infilarsi nella macchina del poliziotto, al cui interno c’è un cane lupo… travolta dal tornado la macchina si solleva nel cielo.
Dorothy si risveglia in una Oz molto più cupa rispetto a quella della favola. In questa Oz, il Mago, dopo aver sconfitto La Bestia Eterna ha bandito la magia, ufficialmente per proteggere le persone, in realtà per tenere sotto scacco le Streghe Cardinali superstiti: la Signora dell’Ovest, Glinda ed Est.
Al suo arrivo, la macchina su cui è Dorothy è finita sopra alla strega dell’Est.
Lungo la strada di mattoni gialli, ricoperta di oppio, Dorothy trova un uomo crocifisso ma ancora vivo. L’affascinante sconosciuto, (lo spaventapasseri) non ha alcuna memoria del suo passato così decide di accompagnare Dorothy dal Mago di Oz nella speranza che questi possa restituirgli la memoria. Dorothy decide di chiamarlo Lucas lieta di avere un compagno in un viaggio che potrebbe rivelarsi più breve del previsto quando una rediviva strega dell’Est li attacca. Solo una strega può uccidere una strega e Dorothy dovrà ricorrere all’inganno per spingere la donna a spararsi da sola (tenete conto che Est non ha mai visto una pistola).

La serie segue diversi filoni narrativi uno di questi è legato a Tip un ragazzino tenuto prigioniero dalla madre adottiva. Peccato che, una volta in viaggio assieme all’amico Jack, il nostro Tip si trasformi in… una ragazza! Alla ricerca di una cura scoprirà di essere nato/a femmina e che la donna che l’ha cresciuto gli dava una pozione per dargli le sembianze di un ragazzo. Tip si sente un ragazzo e non riesce ad accettare la realtà. In verità non mi è piaciuto molto come personaggio, l’ho rivalutato solo alla fine della serie, pensa solo a se stesso e a come ritornare un ragazzo tanto che la sua crisi d’identità e il rifiuto della realtà lo porteranno a spingere Jack giù da una balaustra.
Jack è il personaggio più sventurato della serie, in fin di vita, verrà salvato da una strana donna che lo trasformerà in un cyborg sostituendo le sue parti danneggiate con il metallo. Ho fatto più volte il tifo per lui, sperando che le cose potessero mettersi al meglio ma è proprio sventurato… non gliene va bene una.
Altro filone narrativo segue il rapporto del Mago con il Regno di Ev e, in particolare, con la misteriosa principessa Langwidere. La principessa si rivelerà un’alleata o una nemica? Perché ha sempre il volto celato da una maschera?
Mentre Glinda trama nell’ombra, Dorothy e Lucas incontreranno una bambina dotata di un potere spaventoso.

Emerald City mi è piaciuta davvero molto come serie, i personaggi sono tutti azzeccati, gli attori, chi più chi meno sono tutti bravi, i miei preferiti sono Ovest, Oz e Glinda. La storia è piena di magia, colpi di scena, intrighi, alleanze tradite e vendetta. Per tutta la serie si sente incombere l’arrivo della Bestia Eterna e la curiosità di scoprire che forma assumerà rimane alta per tutta la serie. Peccato che, visto che Emeral City non è stata rinnovata per la seconda stagione, non sapremo mai cosa combinerà.
Se devo proprio trovare una pecca a questa serie, devo dire che ha troppe sotto trame e, soprattutto all’inizio, mi sembravano troppo slegate tra loro ma, verso la fine della stagione, si cominciano a capire tutti i vari collegamenti. Effetti speciali e paesaggi sono bellissimi, l’idea di usare il Parc Guell per la capitale del Regno di Smeraldo è fantastica. Nel complesso questa serie mi è piaciuta molto e non capisco come sia possibile che non sia stata rinnovata… soprattutto se penso al rinnovo di serie, a mio avviso, di livello MOLTO inferiore (ad esempio Shannara). Purtroppo la storia non ha un vero finale e, a meno di qualche ripensamento del network, (cosa di cui dubito) non sapremo mai come va a finire.

ATTENZIONE, DA QUI SONO PRESENTI SUL FINALE spoiler

Ok… va bene, mi aspettavo che, quando Lucas avesse ritrovato la memoria, avrei avuto qualche spiacevole sorpresa ma… il marito di Glinda? Non me lo aspettavo assolutamente! Ci sono rimasta malissimo! E recupera la memoria proprio quando lui e Dorothy avevano iniziato a frequentarsi!
Ho rivalutato, solo in parte, Tip quando, per salvare la strega dell’Ovest (West), accetta la sua eredità. Tip è la principessa Ozma, figlia dei sovrani di Emerald City uccisi da Eamonn uno degli uomini del mago. Ozma riconquista il suo trono aiutata dalla strega dell’Ovest, un personaggio che ho adorato. West è tormentata dal passato quando fallì nello sconfiggere la Bestia Eterna e tante giovani streghe morirono per causa sua, per questo cerca rifugio negli oppiacei. West è una donna fragile e sola, ha perso la sorella cui era più legata, con Glinda non ha un buon rapporto e il Mago la disprezza. Per questo si lega molto a Ozma e decide di aiutarla a riconquistare il trono che le spetta di diritto. L’ho adorata.

Dorothy è una protagonista discreta, non si tira indietro di fronte ai pericoli, si preoccupa per gli altri e lotta per tornare a casa. Lucas si trasforma da amico/amante a nemico, avrei voluto saperne di più della sua storia con Glinda, è evidente che l’uomo non riesce a scacciare i suoi sentimenti per Dorothy il che mi fa pensare, visto e considerando che conosce Dorothy da poco tempo, che il suo amore per Glinda non fosse poi così profondo…
Peccato non aver visto per bene “The Beast Forever” in azione né aver capito meglio i suoi poteri…

Sinceramente, anche se mi è piaciuta molto, non so se consigliarvi di vedere questa serie, visto che non ha un finale…

Se amate le serie tv date uno sguardo alla nostra pagina QUI.

Il cucchiaino più attivo di maggio è…

Buongiorno cucchiaini ^_^
eccoci qui con la nostra consueta premiazione mensile!

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando basti dire che è un piccolissimo pensierino per ripagare tutto l’affetto, l’entusiasmo e la partecipazione che ci donate ogni giorno, senza dei quali non saremmo quello che siamo e non avremmo tutta questa energia e questa carica a fare sempre meglio. E’ il cucchiaino più attivo del mese colui/colei che durante il mese ha fatto sentire la sua presenza sulla nostre pagine più di tutti gli altri! Ovviamente premiarvi tutti ci è impossibile, ma volendo possibilmente premiare il più alto numero di voi che ci dimostra la propria partecipazione, abbiamo messo la clausola che chi vince non può più essere eletto vincitore per i due mesi seguenti.

La fiducia, la fedeltà e l’interesse sono qualità che rendono un fan tale… qualità che, per il mese di maggio, abbiamo deciso di premiare con un buono Amazon da 5€ e , grazie alla disponibilità dell’autrice Debora De Lorenzi, con una copia ebook del suo bel romanzo “L’imbroglio dell’anima” (clikkate sul titolo per leggere la recensione).

Il mese di giugno ci terrà compagnia una nuova fantastica special guest: I.L.Morgana. L’autrice mette gentilmente in palio una copia ebook del suo romanzo “Le cronache degli esiliati – Dolore” primo libro di una serie fantasy romance di cui vi parleremo nel corso del mese 🙂

Abbiamo fatto il conteggio di tutti i like e i commenti sulla nostra pagina facebook, sul blog e su blogger e per marzo avevamo un paio di nomi con voti molto vicini, ma il vincitore è risultato essere….

**rullo di piattini**

Mya Kahlan Davislance!
Grazie di averci tenuto così assiduamente compagnia lo scorso mese.

Continuate a seguirci ^_^
Ricordiamo a tutti che i commenti qui sulla nostra piattaforma principale e su la nostra pagina blogger valgono doppi perchè sono quelli che anche un domani potremmo tornare con piacere a rileggere mentre purtroppo facebook in questo pecca 🙂

Appuntamento all’inizio di luglio per il conteggio del fan più attivo del mese di giugno!

Recensione a Reign – stagione 2

my view of tea sul blog letterario de le tazzine di yoko - rubrica telefilm

Buonasera cuplovers, oggi torniamo a parlare di serie tv e lo facciamo con la seconda stagione di Reign!
Siete pronti a tornare alla corte del re e della regina di Francia? Mary e Francis dovranno affrontare numerose avversità, riusciranno a rimanere fianco a fianco o il loro amore è destinato a finire? Tra eventi storici, storie d’amore e magia non vi annoierete di certo!

nel piattino abbiamo: paranormal 01 - compulsivamente lettrice - 5 croassant paranormal sul blog letterario de le tazzine di yoko / love story 01 - compulsivamente lettrice - 6 ciambella romance sul blog letterario de le tazzine di yoko / storico 01 - compulsivamente lettrice - 7 pasticcino storico sul blog letterario de le tazzine di yoko /

Reign 

CREATO DA Laurie Mc Carthy e Stephanie Sengupta
STAGIONI 4 -conclusa-

Il mio voto è di tazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolotazzinaUP_ministregaDELcrepuscolo tazzinaMEZZA+_ministregaDELcrepuscolo

Questa seconda stagione di Reign mi è piaciuta davvero molto, nel corso delle varie puntate Mary e Francis dovranno affrontare nuovi problemi, entrambi i personaggi dovranno prendere decisioni difficili che li allontaneranno l’uno dall’altra: cosa faranno quando si tratterà di prendere la decisione che potrebbe separarli per sempre?

Reign è una bella serie, gli attori sono tutti adatti per le loro parti, i costumi sono bellissimi e la storia intriga, facendosi seguire con piacere. Come nella prima stagione la trama ha tre filoni: le vicende sentimentali dei protagonisti, le vicende storiche legate alla corte di Francia e una parte legata al soprannaturale. Questi tre elementi vengono mescolati sapientemente dagli autori in modo da mantenere sempre un certo equilibrio.
La peste colpisce la Francia lasciandosi dietro una scia di cadaveri e lasciando aperta la porta tra il mondo dei morti e quello dei vivi. Ed ecco che i fantasmi cominciano a tormentare la regina Catherine, il personaggio che ho rivalutato maggiormente nel corso della serie, in particolare i fantasmi delle sue figlie minori, due gemelle morte misteriosamente e, assieme a loro, torna anche Henry deciso a convincere la moglie ad ottenere vendetta per le gemelle. A corte arriva la principessa Claude: unica figlia di Catherine, bella, superficiale e con un terribile rapporto con la madre che sembra odiarla senza motivo. Claude mi piace come personaggio, all’inizio, sinceramente, non la sopportavo ma poi, con l’andare avanti delle puntate ho cominciato a capirla. Ha sempre cercato l’affetto della madre senza ottenerlo e senza capire perché Catherine la tiene lontana. L’altro personaggio che viene inserito a corte in questa stagione è l’affascinante lord Narcisse. Narcisse è un personaggio complesso: doppiogiochista, arrogante, affascinante, spregevole quando serve ma… Inaspettatamente premuroso e protettivo nei confronti delle persone a cui tiene. Personalmente, adoro il legame che si crea tra lui e Lola e li vorrei insieme anche se non credo che succederà mai.
Una buona parte della serie è incentrata sul problema dei protestanti. I cattolici iniziano a perseguitare i protestanti e questo creerà grossi problemi soprattutto alla sfortunata Greer sposata con il ricco Castleroy, un uomo buono ma protestante. Il rapporto tra Mary e Francis affronterà molti problemi, primo fra tutti il segreto che il ragazzo nasconde ovvero di essere stato lui ad uccidere il padre, ormai diventato completamente folle. Henry non era né un buon re, né un buon padre e, nell’ultimo periodo, era completamente impazzito mettendo a rischio l’intero regno. Francis ha fatto quello che doveva essere fatto per proteggere il regno ma adesso questo segreto lo sta logorando e, quando la persona sbagliata verrà a conoscenza dei fatti, avrà un’arma potente per ricattare Francis e costringerlo a fare quello che vuole. Sinceramente penso che Francis avrebbe dovuto liberarsi del suo ricattatore, invece di assecondarlo. Magari assoldare un sicario…
Mary, che non riesce a capire cosa logora Francis, né tantomeno il motivo di alcune sue scelte finirà per allontanarsi da lui finendo tra le braccia del principe borbone Conde’. Conde’…. Non mi ha convinta del tutto, è un uomo onesto ma… non abbastanza scaltro per il gioco del trono (come direbbe  George R.R.Martin), e non è in grado di capire che Mary non può semplicemente seguire il suo cuore perché ora, la Francia è anche la sua casa e il suo regno e lei non potrebbe mai abbandonare la Francia, in quanto regina ha delle responsabilità che Conde’ non sembra comprendere.
Francis si ammala e, mentre la visione di Nostradamus sembra avverarsi, Bash dovrà uccidere un innocente per salvare la vita del fratello. Il sacrificio di Clarissa cambierà il destino di Francis?

Intrighi di corte, nuovi amori, magia, battaglie e una nuova minaccia incombono sulla regina di Scozia.

ATTENZIONE, DA QUI SONO PRESENTI SUL FINALE spoiler

In questa seconda stagione ho rivalutato molto il personaggio di Cathrine, è una donna forte e scaltra che farebbe di tutto per proteggere i suoi figli. Mi è piaciuta molto anche quando ha aiutato Mary nei primi terribili momenti dopo lo stupro ad opera dei protestanti, credo che il personaggio di Cathrine sia uno dei più sfaccettati: madre affettuosa, disposta a tutto per proteggere i suoi figli, astuta e vendicativa verso i suoi nemici.
Un altro personaggio che ho rivalutato parecchio è Bash. Mi è spiaciuto molto per lui e Kenna, una coppia che ha avuto alti e bassi ma che speravo sarebbe rimasta insieme. Bash è diventato uno dei miei personaggi preferiti, apprezzo la sua lealtà verso Francis e il legame che c’è tra i due ragazzi, ben presto Bash diventa il braccio destro del fratello ed è la persona di cui il giovane re si fida di più in assoluto, infatti è a lui che Francis confessa di aver ucciso Henry.
Conde’ è un personaggio troppo ingenuo per poter sopravvivere al gioco del trono. S’innamora di Mary e vorrebbe fuggire con lei in Scozia, quando capisce che lei non andrà con lui accetta di sposare la regina di Inghilterra, la famigerata Elizabeth, la più acerrima nemica di Mary e il brutto è che il giovane Conde’ non comprende fino in fondo tutte le implicazioni dell’alleanza con la sovrana inglese. L’esistenza stessa di Conde’ mette in pericolo il regno di Francia, la sua sola esistenza mette a repentaglio non solo la vita di Francis ma di tutti coloro che vivono nel castello, comprese le migliori amiche di Mary che l’hanno seguita dalla lontana Scozia, rinunciando alla loro casa solo per starle affianco.
Quando Mary dovrà scegliere se fuggire con Conde’ o salvare Francis e la Francia sarà il suo amore per Francis a vincere. Cathrine, convinta che sia necessario uccidere Conde’, farà una mossa sbagliata scatenando l’ira del figlio contro di lei. Francis ha perdonato molte cose alla madre ma non può perdonarle di avergli fatto credere che suo figlio fosse morto, Cathrine ha osato troppo, eppure avrebbe dovuto capirlo che era davvero troppo inscenare la morte del nipote.

Conde’ è fuggito (lo rivedremo?) e Francis è malato. Credevo davvero che il sacrificio di Clarissa potesse salvare Francis e non avrei mai immaginato che lui non fosse mai guarito e che nascondesse la sua condizione grazie all’aiuto di Nostradamus. In Inghilterra, Cathrine vuole allearsi con Elizabeth per uccidere Mary, non le perdona di aver messo l’intero regno in pericolo… e per cosa? Per la sua infatuazione per un uomo che, alla fine, l’ha tradita alleandosi con la sua peggiore nemica. Non che avesse tutti i torti, anzi, ma è stata comunque una mossa poco astuta. Elizabeth mi sembra una cattiva promettente e penso che nella prossima stagione penso ne vedremo delle belle!
Se amate gli intrighi di corte con qualche elemento soprannaturale e tanti intrecci amorosi allora Reign fa per voi!
Se amate le serie tv date uno sguardo alla nostra pagina QUI.

Nelle stagioni precedenti:

STAGIONE 1

Estrazione giveaway dedicato a romanzi contemporanei con un pizzico di romance

Buongiorno cucchiaini 🙂 ieri è terminato il tempo utile per partecipare al nostro giveaway dedicato a romanzi contemporanei con un pizzico di romance e ci apprestiamo ad estrarre i nomi dei due vincitori.

I titoli in palio erano “L’ultimo battito del cuore” di Valentina Cebeni e “Più veloce dei ricordi” di Jeremy Jackson, il primo nome estratto avrà la possibilità di scegliere quale preferisce e al secondo andrà il libro rimasto.

Pronti? Via!
Il primo estratto è…

***rullo di piattini***

Elysa Pellino!
E il secondo è….

***tamburellio di cucchiaini***

Venera Lowe!

Grazie a tutti di aver partecipato 🙂 …e ricordiamo alle vincitrici di farci avere il loro indirizzo per la spedizione!
Al prossimo giveaway, stay tuned!

a Rafflecopter giveaway

Pagina 1 di 5712345...102030...Ultima »

porta le tazzine nel tuo blog/sito

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 1 cuore

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 2 stella

guarda il codice

banner blog LE TAZZINE DI YOKO 3 cerchio

guarda il codice

logo LE TAZZINE DI YOKO verde logo LE TAZZINE DI YOKO giallo logo LE TAZZINE DI YOKO arancio logo LE TAZZINE DI YOKO nero
logo LE TAZZINE DI YOKO fuxia logo LE TAZZINE DI YOKO viola logo LE TAZZINE DI YOKO azzurro logo LE TAZZINE DI YOKO rosso

guarda il codice

Perchè “le tazzine di Yoko“?

Immagino che prima o poi qualcuno se lo chiederà, e probabilmente ci sarà pure chi darà una spiegazione razionale, ma la verità è che una volta costruito il tutto un nome intelligente era l’unica cosa che veniva a mancare. Pensa di qui, sbatti la testa di là. Non mi veniva in mente un qualcosa che racchiudesse tutte le tematiche che sarei andata a toccare, così mi sono detta: scegliamo qualcosa che non c’entri un tubo! Così sono saltate fuori le tazzine, un oggetto che mi affascina in tutte le sue forme e di cui faccio gran uso del suo contenuto, sia questo tè caffè o cioccolata.

le amiche tazzine